5 cose che non sai sulla mozzarella ed una ricetta molto estiva.

0
32

La mozzarella è il formaggio fresco italiano per antonomasia. Gli italiani (e non solo, è il formaggio italiano più diffuso al mondo) la adorano, la acquistano e la consumano molto spesso.
Tutti pensano anche di conoscerla a fondo. Ma è davvero così?

Mozzarella
Mozzarella

Anche se oggi può essere prodotta in molte parti del mondo, quella fatta in Italia resta il punto di riferimento indiscusso per qualità, sapore e tipicità. Così come gli italiani sono considerati i maggiori esperti e i migliori consumatori di mozzarella.

Scopriamo le curiosità sulla mozzarella segnalate da Assolatte

E’ l’unico formaggio STG italiano

STG specilaità tradizionale garantita
STG specilaità tradizionale garantita

La Mozzarella è l’unico formaggio italiano a cui l’Unione Europea ha concesso la Stg (Specialità tradizionale garantita) e uno dei 7 prodotti caseari europei ad avere ottenuto questo riconoscimento. Per poter vendere la propria mozzarella con il logo Stg le aziende produttrici devono realizzarla secondo la “ricetta” e il metodo depositati a Bruxelles e nelle forme consentite, ossia tonda, a treccia o sferica.

“Dimagrisce” se viene conservata male

mozzarella conservata male
mozzarella conservata male

La mozzarella è un formaggio eccezionale ma delicato, che va trattato con cura sennò perde le sue caratteristiche di freschezza e di sapore. Molto dipende dalla catena del freddo. Gli sbalzi termici, infatti, non solo influenzano negativamente la conservabilità della mozzarella, ma incidono anche sul sapore, sul profumo e perfino sul suo peso. Quando viene conservata a temperature troppo alte, la mozzarella tende a perdere acqua, che finisce nel liquido di governo. Si tratta però di una perdita di peso apparente, che riguarda solo l’acqua e quindi non intacca i preziosi nutrienti della mozzarella. Nessun rischio neppure per il consumatore, visto che il peso all’origine della mozzarella è certificato da innumerevoli controlli e da una severa normativa merceologica, alle quali le industrie devono obbligatoriamente assoggettarsi, nell’interesse dei consumatori.

Viene prodotta anche su alcune navi di crociera

produzione mozzarella
produzione mozzarella

La mozzarella è talmente amata e richiesta, per cui una famosa compagnia di navi da crociere ha impiantato su alcune delle sue navi un mini caseificio per produrle fresche ogni giorno. Così i passeggeri in vacanza possono gustare ogni giorno le mozzarelle appena fatte dai casari di bordo in tante stuzzicanti versioni, dal fiordilatte alla sfoglia. Non solo: queste mozzarelle di giornata prodotte in alto mare finiscono anche sulle pizze e nei menu speciali serviti dalle pizzeria di bordo.

Non può essere venduta sfusa

mozzarelle in confezioni
mozzarelle in confezioni

La legge italiana stabilisce che la mozzarella fresca debba essere commercializzata solo già confezionata all’origine e quindi vieta di vendere mozzarelle sfuse, fatta eccezione per gli spacci aziendali.

E’ squisita anche con la frutta

spiedini di frutta e mozzarellaspiedini di frutta e mozzarella
spiedini di frutta e mozzarella

Mai provata la mozzarella con la frutta fresca? I bocconcini sono una delizia con le fragole, la classica “palla” tagliata a fettine si accompagna bene con il pompelmo e il fiordilatte diventa ancora più fresco abbinato a insalata verde e kiwi a fette. Per un aperitivo o un dessert sano e scenografico si può puntare sugli spiedini realizzati alternando le mozzarelline con more, cubetti di pesca e di melone, e acini di uva.

Per i nostri lettori la ricetta di inslata di frutta, verdura e mozzarella di bufala.

Ingredienti

  • Bocconcini di mozzarella di bufalaAnguria
  • Scampi
  • Fagiolini
  • Erba cipollina
  • Sale
  • Pepe
  • Olio extra vergine
  • Limone
  • Anguria
  • Melone

Preparazione

Pulire i fagiolini ed il songino. Bollire gli scampi in acqua abbondante e scolare non appena riprende il bollore, togliere quindi dal fuoco per 4-5 minuti prima di cominciare a pulirli.

Tagliare l’anguria ed il melone a cubetti, togliere l’acqua in eccesso e lasciarli riposare in frigo. Condire il songino con olio, sale, pepe, limone ed erba cipollina.

Bollire i fagiolini in abbondante acqua salata e scolarli al dente dopo 20 minuti. Quindi aggiungere al songino il melone, l’anguria, i bocconcini, i fagiolini e gli scampi e servite!

Potrebbe interessarti anche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here