Associazione italiana celiachia: “la dieta gluten-free non fa né dimagrire né ingrassare”

Lo studio dell'Aic sfata i due miti riguardo alla dieta senza glutine

L’Associazione italiana celiachia, in un convegno tenutosi a Genova il 3 novembre 2017, ha sfatato alcuni miti. La dieta senza glutine non fa dimagrire, ma non fa nemmeno ingrassare. Questo è quanto è emerso da uno studio condotto dall’associazione che ha messo a confronto le caratteristiche nutrizionali di 600 tra prodotti convenzionali e analoghi senza glutine.

La mania del gluten-free

gluten free
gluten free (lacucinaitaliana.it)

L’alimentazione senza glutine è indispensabile per i celiaci, ma negli ultimi anni il numero di persone che hanno intrapreso una dieta gluten-free è cresciuto senza una diagnosi di celiachia. Alcuni sono convinti di essere intolleranti al glutine, altri credono che questo regime alimentare sia più salutare. Vi è però anche chi sostiene che la dieta senza glutine faccia anche perdere peso, ovviamente, senza alcuna prova scientifica.

Dall’altra parte invece c’è chi sostiene che la dieta senza glutine faccia ingrassare. In passato si era diffusa la notizia che i prodotti gluten-free fossero di qualità nutrizionale peggiore rispetto ai convenzionali, a causa di un maggiore contenuto di calorie, grassi e zuccheri e uno minore di proteine e fibre, e che per questo potessero portare a un aumento di peso. A diffondere la notizia è stato il Daily Mail, citando uno studio britannico.

Lo studio dell’Aic

Lo studio dell’Aic, invece, conferma chele differenze nutrizionali tra i prodotti senza glutine e quelli convenzionali non sono significative. Per arrivare a questo risultato, sono stati selezionati 349 prodotti e 235 analoghi senza glutine, scelti tra le marche più diffuse. Sonko stati inclusi nello studio le categorie di alimenti che comprendono pane e sostituiti, biscotti e merendine, pasta e mix di farine. Anche per quanto riguarda la questione della carenza di proteine l’Aic spiega che i prodotti gluten free sono veramente meno proteici dei loro analoghi convenzionali, ma il fabbisogno quotidiano di proteine viene comunque soddisfatto dalle principali fonti di questi nutrienti (carne, pesce, uova, latte e latticini, legumi). Lo stesso discorso vale per la fibra.

Ne risulta che i cibi senza glutine possono comporre una dieta sana ed equilibrata, con un apporto adeguato di nutrienti. Quindi risulta che, i prodotti industriali gluten-free e convenzionali non sono poi così differenti a livello nutrizionale, e le poche differenze sono facilmente compensabili all’interno di una dieta equilibrata. Perché è questo il messaggio da portare a casa: una dieta senza glutine ben bilanciata non fa dimagrire, né ingrassare.

Potrebbe interessarti anche: