Come conservare il Basilico fresco per l'inverno: 3 semplici trucchi!

L’estate ci sta lasciando e così molti dei prodotti di stagione, il basilico è uno di questi. Con il freddo questa pianta perde il suo inebriante profumo inconfondibile che impreziosisce le nostre ricette. Il basilico non è solo uno degli ingredienti guida della cucina italiana ma è anche un alimento ricco di proprietà nutritive. Scopriamo dei semplici trucchi per usufruire dei suoi benefici anche d’inverno!

Il basilicum e le sue proprietà

come conservare il basilico
basilico (melarossa.it)

Questa pianta è ricca di proprietà nutrizionali, per esempio nella medicina Ayrvedica viene usato per la preparazione di integratori che aiutano la salute delle vie respiratorie. Sempre nelle medicina tradizionale indiana il basilico oltre a risolvere i disturbi di stomaco, riuscirebbe anche a migliorare la qualità del sonno e a promuovere la chiarezza mentale. Anche in occidente sono note le proprietà nutritive del basilico che viene impiegato nell’aromaterapia, per la preparazione di oli essenziali che aiutano la concentrazione.

[eat]

Non sappiamo quale sia l’etimologia del suo nome latino basilicum, da basileus che significa “re”. Forse deriva dal suo impiego per produrre profumi per il re, o forse è stato confuso con il nome del basilisco, un serpente dal veleno letale, il cui antidoto sarebbe stato proprio il basilico. Su questo ci sono ancora dei pareri contrastanti ma una cosa è certa, la cucina italiana non ne può fare a meno.

Per crescere ha bisogno di sole e calore quindi con l’arrivo dell’inverno la freschezza del basilico viene meno. Come fare a conservare il suo aroma tutto l’anno? Ecco dei semplici trucchi per conservare il basilico in inverno!

Come conservare il basilico: congelare le foglie

Congelare le foglie di basilico è sicuramente il metodo più semplice e pratico per conservarlo. Prima di riporlo in freezer bisogna lavare le foglie e asciugarle per bene. Poi dovranno essere disposte su una teglia rivestita di carta stagnola. Riponete la teglia nel congelatore per circa due ore e, una volta congelate, conservate le foglie di basilico dentro dei contenitori a chiusura ermetica o dentro dei sacchetti per alimenti. Così quando ne avrete bisogno potrete prendere la dose necessaria per insaporire i vostri piatti.

Come conservare il basilico: sotto sale

come conservare il basilico
basilico sotto sale (inran.it)

Un altro metodo per conservare il basilico più a lungo è quello di metterlo sotto sale. Una volta lavate e asciugate disponete le foglie a strati in vasetti e cospargetele di sale fino, che dovrà essere l’ultimo strato. Poi schiacciate con un cucchiaio e ricoprite il tutto con un filo di olio. Ricordate di ricoprire sempre con l’olio ogni volta che usate il basilico per le vostre ricette.

Come conservare il basilico: sott’olio

Il basilico sott’olio infine, non è solo un buon metodo di conservazione ma vi permetterà di avere un preparato per il pesto pronto all’uso.
Bisogna sempre lavare e asciugare il basilico e sistemarlo in vasetti di vetro. Cospargete il recipiente di olio extravergine d’oliva fino a sommergere completamente le foglie. Chiudete ermeticamente e riponete il barattolo in un luogo fresco e buio. Sott’olio il basilico conserverà inalterati il colore e il profumo.
Invece se tritato o essiccato tenderà a scurirsi e a perdere sapore a contatto con l’aria.
Una volta aperto il vasetto però, ricordate di conservarlo in frigo e massimo per due settimane, altrimenti il basilico perderà il suo inebriante profumo.

Potrebbe interessarti anche:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here