Come si possono riciclare le cialde del caffè?

Uno studio dell’Università di Bolzano si è impegnato a trovare una soluzione ecosostenibile per riciclare le cialde del caffè della macchinetta. Cosa hanno scoperto?

Come riciclare le cialde del caffè?

Ormai sempre più italiani si sono convertiti alla macchinetta con le cialde mettendo da parte la storica moka. Il fascino della macchinetta attira sempre più giovani mentre il 42% (come rilevato dall’indagine del 2014 di AstraRicerche) continua a preferire la moka.  Ma questo nuovo modo di fare il caffè nel tempo ha aumentato la quantità di rifiuti. Avete mai contato quante capsule consumate in un anno? Per risolvere il problema dell’inquinamento ci sono molte soluzioni ecologiche. Addirittura un recente studio dell’Università di Bolzano ipotizza che le cialde del caffè possono essere riciclate anche in ambito alimentare.

riciclare le cialde del caffè
Capsule del caffè (smithsonianmag.com)

I ricercatori dell’Università di Bolzano ritengono che sia possibile riutilizzare anche la polvere del caffè di scarto. Il team della Facoltà di Scienze e Tecnologie ha quindi orientato in questa direzione i suoi studi, per trovare una soluzione ecologia al problema delle capsule inquinanti.

I ricercatori hanno iniziato a raccogliere 10 kg di cialde di scarto dalla macchinetta dell’ufficio, e poi hanno riversato il contenuto in un impianto presente nel laboratorio che funziona con CO2 supercritica. L’anidride carbonica agisce come un solvente, attirando a sé le sostanze affini che vengono, però, allo stadio finale separate dalla CO2. Quindi quello che risulta da questo esperimento è che dalle cialde usate è possibile ricavare sostanze antiossidanti o lipidiche, che poi potranno essere riutilizzate nell’industria alimentare.

Un’altra ipotesi dell’equipe di ricercatori è che questi oli ecologici estratti dalle cialde potrebbero essere addirittura impiegati come sostituti dell’olio di palma. Inoltre l’intero processo si può definire “green” perché come solvente viene usato un elemento naturale come l’anidride carbonica e le temperature non superano i 40°C, caratteristica che fa sì che gli olii essenziali si preservino.

Anche alcune industrie che producono caffè hanno deciso di puntare su capsule biodegradabili proprio per far fronte al problema dello smaltimento. In questo caso, viene impiegata una plastica particolare più semplice da riciclare, tuttavia non mancano alcuni dubbi sulla salubrità di questi materiali.

Molte industrie produttrici di caffè hanno scelto di optare per capsule biodegradabili, da buttare nell’umido come cialde in carta, che impiegano qualche mese ad essere smaltite completamente al contrario della plastica che impiega 1000 anni.

Senza tralasciare il riciclo creativo che si impegna ad usare le capsule del caffè per la creazione di oggettistica, bigiotteria e borse.

Sempre di più sono le soluzioni per riciclare gli scarti del caffè, soprattutto quello in capsule ancora più dannoso per l’ambiente. Basata adottare soluzioni eco-friendly e non dover rinunciare al gusto di un buon caffè.

Ti piace cucinare? Pensi di poter vincere un talent con la tua ricetta? Partecipa a Sharing Chef, il primo social talent del gusto. Iscriviti subito, clicca qui, partecipazione gratuita e premi finali per i vincitori.

Potrebbe interessarti anche: