Ansia da rientro dopo le vacanze? Ecco la dieta antistress

0
9

La fine delle vacanze è sempre un duro colpo. Il rilassamento muscolare e mentale conquistato e desiderato in vacanza sparisce all’improvviso il primo giorno di rientro al lavoro. Le luci al neon, l’aria condizionata, la pressione, il lavoro accumulato, ci fanno rimpiangere l’aria aperta, il sole, il mare e la spensieratezza di quei giorni di ferie. Tranquilli esiste una dieta antistress!

Post Vacation Blues

dieta antistress
stress da lavoro (altrimondinews.it)

Non è un mito, o per meglio dire una scusa, lo stress post vacanze esiste, gli inglesi la chiamano “post vacation blues”. Una sensazione di stanchezza che interessa un italiano su tre, tanto più avvertito quest’anno a causa dell’ondata di caldo  che ha investito il nostro Paese.
Ma per evitare lo stress post vacanze si può far ricorso ad un’alimentazione sana e mirata per compensare le mancanze che il nostro fisico deve affrontare a causa dei cambiamenti di ritmo, ambientali e climatici tipici di questa stagione. Per questo è fondamentale assicurarsi una giusta dose di proteine, vitamine, sali minerali affinché il nostro corpo possa rispondere al meglio a livello fisiologico.

[eat]

Il presidente del Comitato nazionale per la sicurezza alimentare, il dottor Giorgio Calabrese parla proprio di un “doppio binario, fisico e psichico”. Ovvero mette in evidenza quanto lo stress fisico e quello psicologico siano correlati: “Quando siamo accaldati aumentano i livelli di adrenalina, che determinano stress psicologico. Aumentando l’adrenalina di conseguenza aumenta anche l’insulina, e si rischia di ingrassare anche senza mangiare di più. L’insulina brucia gli zuccheri, e per tamponarla la prima regola è fare 5-6-7 piccoli pasti al giorno. Frutta e verdura devono sempre essere presenti, e le quantità dei pasti non devono essere mai eccessive”.

Cosa mangiare per un rientro senza stress?

dieta antistress
Spaghetti al pomodoro (ricette.giallozafferano.it)

Giorgio Calabrese consiglia di iniziare con una buona prima colazione, il pasto più importante della giornata. Latte, cereali e frutta per cominciare e poi, a metà mattinata, uno spuntino a base di yogurt, frutta o una piccola porzione di insalata mista con pomodori e carote.

Per il pranzo non si rinuncia ad un buon piatto di pasta, per esempio spaghetti al pomodoro, senza però esagerare con le quantità, mi raccomando. Si può invece abbondare con le verdure, crude o bollite o al vapore da condire con un filo d’olio. Per concludere il pasto un frutto non può mancare.

La sera è preferibile mangiare un secondo, che sia carne rossa o bianca, oppure prosciutto o bresaola e formaggio, con poco pane, da accompagnare ancora con verdura e frutta.
In questo modo, spiega Calabrese, “ogni due-tre ore abbiamo un apporto di carboidrati che abbattono l’insulina, che così ha meno zuccheri da bruciare e non produce grassi”.

[amazon_link asins=’B00L6G4490′ template=’ProductCarousel’ store=’cu02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ 4b733d3c-93b0-11e7-8cbb-33b6edaf1f66′]
Ma non solo lo stomaco deve combattere la malinconia della fine delle ferie, anche, anzi soprattutto la mente deve essere appagata. Il premio per consolarsi è la cioccolata che contiene una sostanza, l’anandamide, che rasserena il nostro umore. Un altro aiuto può essere la frutta secca: nocciole, noci e mandorle sono ricche di acidi grassi omega 3, che rallentano l’eccesso di stress.

Potrebbe interessarti anche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here