Patate: 10 ricette tipiche dal mondo

Come sarebbe stata la nostra vita se nel ‘500 le patate non fossero state importate dall’America in Europa? Sicuramente sarebbe stata una vita più triste perché ormai le patate imbandiscono le tavole di tutto il mondo sotto varie forme. La loro prima caratteristica è sicuramente la versatilità, sono adatte ai più svariati metodi di cottura permettendoci di spaziare con la fantasia. Facendo un giro del mondo possiamo scoprire le varie ricette che hanno questo tubero come protagonista, e magari prendere qualche spunto!

Inghilterra: Jacket Potatoes

patate
jacket Potatoes. photo credit: mumspantry.com.au

Sono una ricetta inglese che si è diffusa con clamore in tutto il mondo. Si tratta di grosse patate, cotte con la buccia (con la giacca) e farcite. Il ripieno può essere a base di burro, cheddar e bacon, ma si possono anche inventare fantasiose varianti; a questo punto basterà salare e pepare.

Cina:  Suan Tian Tu Dou Si

L’agrodolce investe anche le patate creando un contorno sfizioso, Suan Tian Tu Dou Si, tipico della Cina. Per questa ricetta vi servirà il wok, tipico tegame della cucina cinese, ora reperibile comodamente anche online. Dopo aver tagliato le patate in maniera sottilissima a forma di fiammifero vanno rosolate nel wok, con cipolla e pepe di Sichuan, per poi finire la cottura a fiamma molto alta. A questo punto si aggiungono aceto di riso, salsa di soia e zucchero.  A vostro piacere potete aggiungere anche qualche verdura come il sedano o le zucchine.

[eat]

Argentina: Pastel de papas

L’argentina risponde con una torta salata davvero sfiziosa: le Pastel de papas. Questa torta salata è fatta con una purea di patate che fodera lo stampo e farcita con un trito di carne di manzo stufata con cipolla, polpa di pomodoro, prezzemolo, peperoni verdi. Una volta riempito la torta viene ricoperta con un altro strato di purea e cotta al forno fino a farla diventare croccante.

Giappone: Korokke

patate
korokke. photo credit: justonecookbook.com

Nella cucina giapponese invece possiamo trovare le patate sotto forma di korokke. Sono un impasto di carne, patate e verdure, a cui si dà una forma a polpetta appiattita, per poi impanarle nel panko e friggerle fino a quando non sono dorate e croccanti. Possono essere servite accompagnate da riso e insalata come pasto principale o possono essere unite a salse e servite anche fredde.

Africa: vellutata di patate e burro di arachidi

La ricetta africana per cucinare le patate è una vellutata di patate e burro di arachidi. Ad accompagnare le patate stufate ci sono le carote, lo zenzero e moltissime spezie (cannella, chiodi di garofano, cumino, coriandolo, pepe). Una volta tritato, il composto va unito a burro d’arachidi.

Svizzera: Rosti di Patate

patate
rosti di patate. photo credit: kasanova.it

In svizzera le patate si cucinano così: viene tritata la cipolla e grattugiata la patata, per poi versare entrambe nella padella in cui avrete fatto sciogliere del burro e rosolato listarelle di speck. Fate dorare tutti e due i lati aggiungendo burro e eventualmente formaggio. Oltre al pepe, si possono aggiungere spezie a piacere e sostituire lo speck con la pancetta. Ed ecco a voi il Rosti di Patate.

Germania: Kartoffelsalat

In Germania hanno invece le Kartoffelsalat, ovvero l’insalata di patate. Basta bollire delle patate e, dopo averle tagliate a pezzetti, unirle alla cipolla rosolata. Va condito il tutto con olio, aceto, prezzemolo, pepe, erba cipollina e un po’ di senape. La caratteristica cremosità è conferita dall’aggiunta di brodo di carne, versato caldo sull’insalata.

Belgio: Patate fritte

Anche il Belgio rivendica la paternità della ricetta delle deliziose patatine fritte. Sembrerebbe che alla fine del ‘700, quando i valloni della provincia di Namur non potendo pescare nel fiume Mosa ghiacciato in inverno, sostituivano i pesciolini con le patate tagliate a forma di pesce. Sta di fatto che in Belgio le patatine fritte sono un’istituzione. Le patate devono essere tagliate in bastoncini regolari, ammollate in acqua fredda, asciugate accuratamente e poi cotte due volte nello strutto: prima a 160 °C, poi a 180 °C. Si può solo dire onore e gloria al Belgio!

India: Aloo Phujia

patate
Aloo Phujia. photo credit: agrodolce.it

Sono un contorno indiano dal sapore molto piccante. Dopo aver fatto rosolare una cipolla in una padella, aggiungere le patate tagliate. Condire abbondantemente con le spezie curcuma, cumino e pepe di Caienna. Dopo aver fatto ben rosolare le fettine di patate, si aggiunge qualche cucchiaio di polpa di pomodoro.

Svezia: Hasselbackpotatis

Hasselbackpotatis è una ricetta della tradizione svedese che merita un assaggio. Bisogna fare dei tagli su tutta la superficie di una patata intera e inserire tra le fette  un trito di aglio, timo, rosmarino, insaporito con molto formaggio grattugiato; ingrassate con l’olio o col burro, le patate vanno cotte al forno per più di un’ora. Se volete arricchire la ricetta potete aggiungere salumi vari o salse.

Potrebbe interessarti anche:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here