Un’intera città si mobilita per scegliere il suo dolce di Sant’Antonio

Oggi, 17 gennaio, in molti paesi d’Italia si festeggia Sant’Antonio Abate, protettore degli animali. Sono tantissime le tradizioni legate a questo Santo, a partire dai dolci tipici.

Ogni regione e addirittura molti paesi hanno il loro personale dolce di Sant’Antonio. Si va dai roccetti umbri, agli uccelletti di Sant’Antonio tipici dell’Abruzzo, il dolce padovano, i tortelli di Sant’Antonio, i panini, le ciambelle… e chi più ne ha più ne metta!
Ma c’è un paese che proprio in questi giorni sceglierà e declamerà il suo dolce tradizionale, o meglio il suo biscotto, da preparare e gustare in occasione della festa del Santo.

Quale sarà il dolce vincitore?

dolce di Sant’Antonio
Locandina concorso biscotto di Sant’Antonio

Simbolo dell’arte etrusca per eccellenza e cittadina medioevale di grande fascino, Tarquinia domenica 21 gennaio 2018, in occasione della festa di S. Antonio Abate, farà sfidare tutti i forni del comune che si mobiliteranno per dare vita alla loro proposta di biscotto.

E’ stata indetta infatti una competizione tra i vari forni che dovranno creare un biscotto di loro invenzione, che non sia già in commercio o conosciuto. Il prodotto deve essere distinto e riconoscibile, verrà valutato sulla bontà, sul grado di innovazione e sulla coerenza con il soggetto, ispirandosi anche alla simbologia nella cultura cristiana di frutta e spezie. L’esposizione dei biscotti inizierà alle 9:15 in piazza Cavour. I partecipanti saranno i forni: Antichi Sapori, Il chicco di grano, il Fornaretto, Tre spighe e Panificio Lodi Snc, i quali potranno presentare uno o più progetti.
La selezione del vincitore sarà il risultato di una giuria scelta dall’organizzazione. Al fine di avere un giudizio solo sul prodotto, al momento della valutazione i giudici non sapranno a quale concorrente è abbinato il biscotto.

dolce di Sant’Antonio
Sfilata di Sant’Antonio a Tarquinia (terzobinario.it)

La tradizione tarquiniese legata a questa ricorrenza prevede anche una sfilata e la benedizione degli animali di cui Sant’Antonio è il protettore. Al termine della cerimonia verrà proclamato il vincitore della gara e verrà così scelto il biscotto del paese.

Un evento che ha smosso la cittadina coinvolta nel conferire ancora più identità al proprio luogo di appartenenza. Gli organizzatori e gli ideatori della gara sono Ilenia Muscianese con la collaborazione di Claudio Bonini insieme alla contrada e al comitato di S. Antonio. “Abbiamo lanciato questa iniziativa nella speranza che si possa ripetere negli anni futuri e diventare così un appuntamento annuale in occasione della festa di Sant’Antonio”.

Per tutti i golosi e i curiosi sappiate che anche voi potrete assaggiare gli originali biscotti della competizione. Infatti dopo la proclamazione del vincitore i biscotti in più verranno offerti a p.zza S. Giovanni in ambito della pesca che tutti gli anni organizza il comitato di s. Antonio.

E voi, quale dolce siete soliti preparare in occasione della festa di Sant’Antonio?

Potrebbe interessarti anche: