Bio o falso Bio? Ecco come riconoscere un vero prodotto biologico

E' necessario che i consumatori siano adeguatamente informati sugli strumenti messi a loro disposizione per il riconoscimento dei veri prodotti naturali.

Bio o falso Bio? Ecco come riconoscere un vero prodotto biologico

Negli ultimi anni si è riscontrato un numero sempre maggiore di consumatori che sceglie alimenti biologici. Le motivazioni di questa scelta sono varie. Di sicuro c’è la consapevolezza di acquistare un prodotto sano e sostenibile all’ambiente, in quanto rispetta i naturali processi di produzione, senza l’utilizzo di sostanze nocive per il terreno e per l’uomo.

Come dimostrato nel precedente articolo, però, l’ampia diffusione di cibi biologici ha portato anche un risvolto negativo: la contraffazione, ovvero prodotti Bio non Bio.

Per questo motivo, i consumatori devono necessariamente saper riconoscere i veri prodotti naturali prima del loro acquisto. Lo strumento più potente in tal senso è senza dubbio l’etichettatura. Ecco alcuni punti principali a cui prestare attenzione per riconoscere un vero prodotto biologico dall’etichettatura.

Bio o falso Bio? Ecco come riconoscere un vero prodotto biologico
Ecco come riconoscere i veri prodotti biologici (www.codicesconto.com)

Bio o falso Bio? L’importanza dell’etichetta

L’Aiab, Associazione Italiana per Agricoltura Biologica, ha stilato una guida per facilitare i consumatori nel riconoscimento dei veri prodotti biologici. Quando si parla di etichettatura biologica, i regolamenti e i documenti a cui si riferisce sono due: quelli prodotti secondo le norme CE 834/07 e CE 889/08 (disciplinari del regolamento biologico). Ovvero i prodotti:

  • I cui ingredienti  non derivati da attività agricola (adittivi, sale ecc) rientrino nel regolamento CE 889/08,
  • Nel cui ciclo produttivo non ci siano OGM,
  • Il cui ingrediente principale biologico non sia stato miscelato con la stessa sostanza ma convenzionale, e il cui ingrediente Bio rappresenti il 95% totale del prodotto.

Inoltre, come maggiore garanzia, l’etichetta deve contenere il logo di produzione biologica dell’Unione europea (la fogliolina di stelle verde).

Le fascette, le etichette, gli imballaggi primari e secondari che accompagnano il prodotto fino al consumatore costituiscono “etichetta”, pertanto le indicazioni relative al metodo di produzione biologico devono sempre rispettare quanto previsto dai regolamenti CE 834/07 e CE 889/08 ed essere autorizzate da un organismo di controllo a sua volta autorizzato dal Ministero delle politiche agricole e forestali (Mi.P.A.A.F).

Sui prodotti biologici certificati deve essere riportata in etichetta:

  • la scritta “da Agricoltura Biologica” seguita da Nome (e facoltativamente il logo) dell’Organismo che esegue il controllo e suo numero di autorizzazione ministeriale.
  • Codice dell’Organismo di Controllo.
  • Codice dell’azienda produttrice e Numero di autorizzazione alla stampa dell’etichetta.

Bio o falso Bio? Ecco come riconoscere un vero prodotto biologico

Un altro aspetto di fondamentale importanza che aiuta a riconoscere un vero prodotto biologico è la verifica della filiera, ovvero il controllo di ogni stadio che va a formare il prodotto finito, in cui tutte le aziende che forniscono le materie prime devono rigorosamente essere certificate Bio.

Purtroppo, a causa dei numerosi casi di falsi Bio, si è venuta a creare una diffidenza nei confronti del mondo del biologico.  Saper leggere l’etichetta di sicuro aiuta a capire la reale provenienza del prodotto. Diffidate, quindi, dei prodotti che riportano diciture “biologico” o “bio” in modo generico e non dotate di una etichettatura chiara, e che risponda ai criteri appena descritti.

Potrebbe interessarti anche: