Uova odi et amo … le cucino in modo diverso – parte 3

0
9

Questo è il terzo capitolo della serie di articoli “Oggi le uova le cucino io … ma in modo diverso”. Troverete altre ricette interessanti e gustose da preparare per voi stessi e per tutte le persone che vorrete inviatre ad assaggiare i vostri nuovi piatti con l’uovo.

Come nel precedente articolo, prima di cuntinuare a leggere indicaci i tuoi gusti rispondendo al quiz e scopri la ricetta per stuzzicare il tuo palato.

[wp_quiz id=”3062″]

 

Qualche informazione in più

Le uova vengono suddivise in due categorie:

  • categoria A: uova pulite, a guscio integro, con camera d’aria di altezza inferiore a 6 mm. Sono destinate al commercio al dettaglio. In questa categoria rientrano le uova extra, nelle quali la camera d’aria ha un’altezza inferiore ai 4 mm; esse devono essere messe in commercio entro 9 giorni dalla deposizione e devono riportare obbligatoriamente impressa la data di deposizione. Le uova di categoria A non devono essere sottoposte a procedure di lavaggio o refrigerazione
  • categoria B: tutte quelle che non rientrano nella categoria precedente, comprese uova di categoria A declassate. Sono destinate alle industrie alimentari di trasformazione (pastifici, produttori di maionese e prodotti dolciari), previa pastorizzazione obbligatoria per legge.

Le uova di categoria A vengono poi catalogate in base al peso in:

  • XL, grandissime (uguale o superiore a 73 grammi)
  • L, grandi (uguale o superiore a 63 g e inferiore a 73 g)
  • M, medie (uguale o superiore a 53 g e inferiore a 63 g)
  • S, piccole (meno di 53 g)
Le uova le preparo io
Le uova le preparo io

[read_more id=”1″ more=”Continua a leggere l’articolo CLICCA QUI” less=”Scorri la pagina e lasciami un commento”]

Le nostre ricette

Prima di iniziare ricordatevi sempre di controllare quanto è fresco il vostro uovo , per farlo cliccate qui e seguite le semplici istruzioni riporatte nel primo articolo della serie “Oggi le preparo io … ma in modo diverso”. 

Uovo in trippa

Uova in trippa
Uova in trippa

Sbattere l’uovo, aggiungere il sale, il parmigiano e il pepe e mescolare per bene. Scaldare il sugo e lasciarlo nella pentola.

In una padella far scaldare poco olio quindi, una volta caldo, versare tutte le uova e cuocere la frittata 5 minuti su ogni lato. Togliere la frittata dalla padella, tagliarla a strisce e adagiarla nella pentola con il sugo.

Aggiungere la menta romana e il pecorino, far saltare per qualche minuto a fiamma media quindi impiattare aggiungendo altro pecorino e altra mentuccia al bisogno. Servire tiepida con pane fatto in casa pronto per la scarpetta.

p.s. Abbondate di pecorino alla fine perché se trippa finta deve essere che trippa finta sia!

Uova impanate e fritte

Uova impanate e fritte
Uova impanate e fritte

 

Preparate le uova sode, calcolando 7 minuti dopo l’ebollizione dell’acqua. Quando saranno pronte raffreddatele sotto l’acqua fredda, sgusciatele e tagliatele a metà nel senso della lunghezza.

Svuotatele e mettete i tuorli in una ciotola, mescolateli con la ricotta, il sale, il pepe, la noce moscata, se occorre aggiungete il latte.

Con questo impasto farcite i mezzi albumi e poi ricomponete le 7 uova, passatele prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato. Friggete le uova farcite in abbondante olio caldo, fatele scolare sulla carta da cucina, aggiungete un pizzico di sale.

Servite le uova ripiene e fritte su un letto di insalata verde oppure con crudité di verdure.

 

Uovo alla pizzaiola

Uova alla pizzaiola
Uova alla pizzaiola

 

In una padella fate riscaldare l’olio, sbucciate l’aglio, tagliatelo in due parti, eliminate il germe interno e fatelo rosolare.

Lavate i pomodorini e tagliateli a metà. Eliminate l’aglio dalla padella, aggiungete i pomodorini e fate saltare per qualche minuto. Unite la passata. Lasciate cuocere per 15 minuti a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto. Aggiungete sale e pepe.

Rompete un uovo per volta in un piatto, adagiatelo all’interno del sugo caldo. Fate cuocere per  circa 1 minuto e poi coprite con un coperchio e proseguite la cottura dai 3 – 5 minuti a seconda che preferiate un tuorlo più liquido o più sodo.

Servite caldo con fette di pane tostato.

 

Curiosità

Secondo Dante Alighieri, l’uovo con il sale sarebbe il miglior alimento al mondo. Un popolare aneddoto narra infatti che un giorno egli incontrò in piazza un signore a lui sconosciuto, che lo fermò domandandogli: “Qual è il cibo più buono del mondo?”. “L’uovo”, rispose il poeta. Un anno dopo, nella stessa piazza, i due s’incontrarono nuovamente, e lo sconosciuto domandò a bruciapelo: “Con che?”. “Col sale”, fu la pronta risposta di Dante, famoso per la sua memoria. Partendo da questo aneddoto, Achille Campanile scrisse il racconto Dante e l’uovo, contenuto nella raccolta Vite degli uomini illustri (1975).

… continua (segui il nostro magazine e scopri nelle prossime puntate altri modi di cucinare le uova e se ancora non lo hai fatto leggi la puntata precedente cliccando qui)

Uova - coem cucinarle
Uova – come cucinarle

[/read_more]

Potrebbe interessarti anche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here