Il grande successo della cucina giapponese in Italia ci ha fatto conoscere moli ingredienti nuovi, lontani dalle nostre abitudini alimentari. Un esempio è il miso, che forse non tutti conoscono, vediamo di cosa si tratta e di come si può usare in cucina.

Cos’è il miso?

È uno degli ingredienti più diffusi in Giappone e nell’estremo Oriente, spesso abbinato a zuppe, o per realizzare salse e dare sapore alle verdure. La componente base del miso è la soia fermentata, in particolare si usano i fagioli di soia gialla, ammollati in acqua e sale e poi cotti. Ce ne sono diverse varietà, può contenere riso, orzo, e altri cereali.

Proprietà del miso

miso
miso (http://nuovistilidivita.corrieredelveneto.corriere.it)

Ha un alto valore nutrizionale, il miso è ricco di proteine, sali minerali, oligoelementi, vitamine ed enzimi. Inoltre l’elevato contenuto di proteine vegetali fa del miso una valida alternativa ai cibi di origine animale. La presenza di Sali minerali come calcio e magnesi aiutano a contrastare l’acidità del sangue.

Il miso è facilmente digeribile ed ha la capacità di proteggere l’organismo dai disturbi dell’apparato digerente, questo perché ricco di vitamine del gruppo B, di microorganismi e di fermenti vivi simili a quelli dello yogurt, che sostengono il benessere della flora batterica intestinale. Inoltre aiuta a contrastare i depositi di colesterolo nei vasi sanguigni e si rivela un ottimo alleato contro l’arteriosclerosi, oltre a migliorare la vitalità della pelle e dei capelli.

Come si può utilizzare in cucina?

La zuppa di miso è il classico piatto giapponese in cui questo ingrediente è protagonista. Ma ci sono molti altri modi per cucinarlo. Per esempio come condimento di insalate e verdure cotte. Basta scioglierne un cucchiaio in una ciotola con aceto balsamico e creare un composto omogeneo che andrà ad insaporire le verdure o l’insalata.

È buono anche per condire la pasta, in Giappone si trova spesso insieme agli udon, grossi noodles di grano tenero spesso serviti in brodo di carne o verdure. Ma anche con la pasta asciutta, saltando gli spaghetti in padella con una salsa di miso preparata mescolandolo con il liquore mirin, aceto o un succo di limone.

Il miso è salato ma può essere usato per preparare molti dolci come per esempio il caramello salato. Creando qualcosa di originale e dal sapore unico. Saldate zucchero e acqua e una volta raggiunta la doratura togliete dal fuoco e aggiungete panna liquida e un cucchiaino di miso bianco.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.