Cibi ibridi: genialità o follia? 5 cibi da provare… oppure no!

In un mondo globalizzato anche il cibo si incontra (o si scontra) in creazioni che si sdoganano dalla tradizione. Nascono così dei cibi ibridi che mescolano insieme diverse ricette creando piatti a volte, perché no, interessanti e a volte abominevoli. Ecco dieci cibi ibridi da provare (oppure no?)

cibi ibridi
Hamburger. Photo credit: Lidye Petit by unsplash

Cibi ibridi: Ramen Burger

Un panino dal tocco orientale è il Ramen Burger a base di carne bovina racchiusa in due panini di ramen noodles istantanei. Sembra un’immagine disgustosa ma a New York è molto gettonato, è stato dallo chef Keizo Shimamoto, un grande esperto di ramen, dando il via ad una nuova moda culinaria.

Cibi ibridi: Sushi Burritos

Avreste mai pensato di combinare in unico piatto sushi e burrito? Ebbene esiste anche il sushi Burritos. Immaginate un classico Burrito e invece della tortilla sostituite un’alga nori e riempitelo con filetti di pesce crudo, riso e verdure. Niente di così sconvolgente dopotutto, poteva andare peggio!

Cibi ibridi: Bacon Beer

Per la gioia degli amanti di una bella grigliata accompganata da birra fresca, eccovi accontentati! La Bacon Beer è una miscela che unisce birra e bacon!

Cibi ibridi: Cronuts

Una fusion è capitata anche al croissant francese e alla donut americana: la Cronuts. Si tratta di una ciambella fatta di strati di pasta sfoglia fritti, coperti di zucchero e riempiti di crema o marmellata. Questo piatto porta la firma della Dominique Ansel Bakery di New York.

Cibi ibridi: Trapizzino

Una trovata tutta made in Italy è il trapizzino inventato dal pizzaiolo romano Stefano Callegari. Un impasto croccante fuori e morbido dentro ripieno di deliziosi ingredienti, o meglio dei veri e propri piatti della tradizione come i carciofi alla romana, la parmigiana di melanzane e la caponata

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV: