La cipolla è uno degli ingredienti immancabili nelle cucine italiane e non solo. Si può cucinare in mille modi, sono la base di molti soffritti, ottime cotte al forno, ma anche crude nelle insalate. E’ ricca di proprietà, ma allo stesso tempo tende ad essere faticosa da digerire. Scopriamo insieme i trucchi per rendere la cipolla digeribile.

Freschezza e taglio sono importanti

cipolla
cipolla (napolike.it)

Per prima cosa state attenti a non usare cipolle vecchie o germogliate, sono preferibili quelle fresche maggiormente digeribili nonché buone. Inoltre, non vanno mai tagliate parallelamente alle fibre così da evitare che queste restino intatte e risultino indigeste.

Cruda è più digeribile

La cipolla cruda non dà problemi di digeribilità, anzi risulta molto più ricca di enzimi digestivi, che però si inibiscono con la cottura. Questo significa che possiede più proprietà digestive prima di essere cotta, ma mangiarla cruda può creare problemi di alito pesante.

Per ovviare al problema si può provare con qualche rimedio della nonna. Provate ad affettare e immergere il tubero in acqua fredda per 30 minuti, cambiando il liquido di ammollo due o tre volte, prima del consumo. Oppure tagliatela a fettine sottilissime e di metterla poi nel ghiaccio per 10 minuti.

Stufare la cipolla

Per i soffritti cercate di non “friggere” la cipolla nell’olio troppo a lungo. Cercate di farla semplicemente appassire in pochissima acqua e, quando diventa trasparente, aggiungete un filo di olio. Continuate a cuocerla a fiamma bassa con il coperchio, evitando di farla diventare troppo scura. In questo modo sarà digeribile e più gustosa. Per farla stufare si può anche aggiungere del latte o un cucchiaino di brodo che elimineranno l’acidità favorendone la digeribilità.

Cipolla ed erbe aromatiche

L’abbinamento di questo tubero con le erbe aromatiche può aiutare a renderla più gradevole. Per esempio si sposa bene con l’origano, il rosmarino, lo zenzero, la menta, il prezzemolo, il basilico. Tutti questi alimenti sono dotati di proprietà digestive e praticamente annullano il cattivo odore che la cipolla causa all’alito.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.