Cosa mangiare per tenere in salute il cervello? Ecco 3 cibi che aiutano la memoria

Ecco tre cibi che aiutano la memoria ricchi di nutrienti neuroprotettivi che sono di grande aiuto per mantenere in salute il nostro cervello.

La perdita della memoria è una delle conseguenze dell’avanzare dell’età e non possiamo fare niente contro il naturale decorrere della vita. Senza dubbio però possiamo proteggere la salute del nostro cervello e cercare di aiutare la nostra memoria, e per farlo basta una corretta alimentazione. Per lo scopo c’è bisogno di una dieta varia e ricca di nutrienti neuroprotettivi. Quindi quali sono i 3 cibi che aiutano la memoria? Ecco cosa portare in tavola!

leggi anche: I benefici del cioccolato: una sola barretta può aiutare la memoria, la cognizione, le difese immunitarie e l’umore!

Cosa mangiare per aiutare la memoria?

Olio di pesce

cibi che aiutano la memoria
Salmone. Photo credit: Caroline Attwood by unsplash.com

Il pesce grasso e il caviale forse non sembrano i cibi più salutari che si possano mangiare, ma quando si tratta di funzioni neurologiche, sono esattamente ciò che fa al caso nostro. Infatti questi alimenti sono ricchi di DHA omega-3, un grasso che può ridurre in modo significativo il rischio di Alzheimer. Negli studi, gli individui con più omega-3 DHA in circolo hanno anche mostrato di avere volumi cerebrali più grandi.

Leggi anche: Sei pronto per preparare un antipasto speciale? Insalata di quinoa con salmone e avocado

Pesci come il salmone, il salmerino alpino e persino le sardine sono tra gli alimenti più ricchi di DHA omega-3. Ancora più nutrienti e salutare per il nostro cervello sono le uova di pesce perché sia il caviale di alta gamma che le varietà a basso costo, contengono una quantità bilanciata di DHA omega-3, colina, B6, B12 e altre vitamine che funzionano tutte insieme per la salute del sistema nervoso e vengono assorbite al meglio insieme.

Il Cavolo

Di certo questo non è l’alimento più invitante del mondo, ma essendo un ortaggio entra di diritto in una dieta sana ed equilibrata. Se si parla poi di memoria e di salute, il cavolo è una buona fonte di fosfatidilserina, un nutriente che aiuta nella comunicazione nervosa che migliora la memoria. In particolare, la fosfatidilserina funziona nell’ippocampo, mantenendo la salute delle cellule e assicurando che la parte del cervello che trasforma i ricordi a breve termine in quelli a lungo termine sia in ottima forma.

La curcumina

La curcumina è un estratto della curcuma, usato principalmente come colorante vegetale infatti ha un colore giallino simile allo zafferano. E’ una grande fonte di benefici per la salute, soprattutto per il cervello.  La curcumina può ridurre l’infiammazione cerebrale e aumentare la disponibilità del glutatione antiossidante. Inseriscilo nella tua alimentazione attraverso il curry, il golden milk, o come integratore mescolato con l’olio di cocco o di oliva.

Leggi anche: Siete sicuri di conoscere tutte le qualità della curcuma? Ecco come usarla per il vostro benessere

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV: