Gamberi al brandy è una delle ricette finaliste della seconda edizione di Sharing Chef 2018.

Prepara e assaggia questo piatto, per partecipare come giudice popolare, basterà inviare una foto o un video alla redazione ed esprimere il tuo giudizio da 1 a 5 cappelli massimo. Oppure vota con un like sui social Facebook o Instagram la foto del piatto che più ti piace come giudice social,  per decretare la ricetta migliore dell’edizione 2018.

Per maggiori informazioni visita il sito sharingchef.it

Gamberi al brandy di Massimiliano Spinazzi

Gamberi al brandy
Gamberi al brandy di Massimiliano Spinazzi

Ingredienti:
700 gr di gamberi argentini
vino bianco
olio extravergine di oliva
prezzemolo
mezzo bicchiere di brandy
acqua
sale q.b.
pepe q.b.

Preparazione:

Per preparare i gamberi al brandy iniziare pulendo accuratamente i gamberi rimuovendo il filo nero sul dorso, ovvero l’intestino del crostaceo, con l’apposito strumento.

In una padella antiaderente mettere un filo di olio extravergine di oliva, aggiungere i gamberi puliti, il vino bianco e condire con sale e pepe. Poi sfumare con il brandy e lasciare cuocere per altri 5 minuti. In caso il liquido di cottura risultasse insufficiente aggiungere un po’ di acqua. A cottura ultimata aggiungere del prezzemolo fresco tritato.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here