Questa settimana parliamo di:

Comprartigiano Piera Dolza - Una storia da raccontare

Piera Dolza – Una storia da raccontare

Autore del contenuto

La produzione del Torchiato di Fregona segue una procedura antichissima.
Secondo una vecchia leggenda che si racconta nella zona, attorno al 1600 nella frazione Ciser di Fregona, ai piedi del Monte Pizzoc, un intraprendente agricoltore trovò il modo di far maturare l’uva, che per le condizioni atmosferiche avverse non era riuscita a maturare nella vigna, appendendola alle travi del granaio.

L’uva, durante l’inverno, appassendo divenne dolce e il nostro agricoltore fu costretto a spremerla con il torchio nella successiva primavera, ottenendo così il mosto che mise a fermentare in piccole botticelle.

Da allora il Torchiatovino “della festa“, viene prodotto da tutte le famiglie contadine del Comune di Fregona, che si tramandano, di generazione in generazione, le tradizionali tecniche e le attrezzature necessarie per ottenere questo dolcissimo vino passito che, con orgoglio, presentano poi all’assaggio in occasione della mostra che si effettua l’ultima settimana di aprile di ogni anno.

Nel DISCIPLINARE DI PRODUZIONE non sono previsti interventi chimici esterni, tutto avviene sfruttando le stagioni, il particolare microclima della zona di Fregona e l’esperienza del produttore.

Il Torchiato di Fregona Piera Dolza: gocce di storia e tradizione tutte da raccontare.

Leggi anche
ComprArtigiano presenta i “Pescatori Orbetello”






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.