English EN Italiano IT

Questa settimana parliamo di:

Consigli e curiosità Sai come si cucina il farro? Consigli, proprietà e ricette per gustare...

Sai come si cucina il farro? Consigli, proprietà e ricette per gustare al meglio questo prezioso cereale

Autore del contenuto

English EN Italiano IT

Il farro è il più antico frumento che ha origini risalenti fino al neolitico, famoso per essere stato il cibo base dell’alimentazione delle legioni romane durante la conquista di quello che poi divenne l’impero romano. Ancora oggi si consuma farro e lo si impiega in numerose ricette, buono per zuppe, minestre, piatti freddi e insalate. Vediamo come si cucina il farro e perché fa bene mangiarlo!

Le proprietà del farro che fanno bene all’organismo

Il farro è un cereale ricco di proprietà benefiche per l’organismo. Contiene vitamine del gruppo B, che aiutano il buon funzionamento del sistema nervoso, oltre a preservare pelle e capelli. E’ inoltre un alimento antiossidante grazie alla presenza di selenio e acido folico.  Ricco di fibre dà una grande mano alla regolarità intestinale. Infine il suo apporto calorico è molto basso così da poter essere integrato in diete e regimi alimentari mirati a perdere peso.

Come si cucina il farro?

come si cucina il farro
Farro.Photo credit: borosara by pixabay.com

In base a quale qualità di farro avete scelto i tempi di ammollo e cottura sono diversi. La varietà dicocco è quella più diffusa in commercio e può essere perlato o decorticato. Nel primo caso la pellicola esterna del chicco è stata eliminato, mentre nel secondo caso la conserva ancora.
In entrambi i casi prima va sciacquato sotto l’acqua fredda corrente per eliminare le impurità.

Il farro senza pellicola non occorre metterlo in ammollo prima della cottura e quindi la sua preparazione sarà più veloce. Una volta messo nell’acqua bollente ha una cottura di circa 30-40 minuti.

La varietà decorticata invece necessita di un tempo di ammollo di almeno 7 ore ed una cottura in pentola di un’ora circa. Il farro una volta bollito deve riposare per dieci minuti in modo da fargli assorbire tutta l’acqua prima di condirlo.

Qualsiasi ricetta abbiate in mente di fare con il farro ricordatevi di cuocerlo sempre prima e separatamente dagli altri ingredienti.

Ricette con il farro

La ricetta più famosa preparare con il farro è la zuppa a base di ottime verdure per le fredde giornate invernali. Ma il farro viene usato anche come alternativa al riso per preparare insalate fresche, dove il cereale si va ad abbinare a pomodorini, formaggi, peperoni crudi, verdure cotte e tutto ciò che la vostra fantasia vi ispira. Inoltre può prendere il posto del riso anche per sformati al forno, timballi e perché no supplì golosi.  Se invece volete preparare un risotto a base di farro, come nelle classiche ricette ricordatevi di tostare il farro in pentola.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.