Tra mare e… luppolo! Prepara con noi i calamari alla birra!

Un sapore unico ed una variante alla classica frittura di pesce. Tra mare e luppolo! Prepara con noi i calamari alla birra!

Ingredienti per preparare i calamari alla birra

Calamari fritti con la birra
Calamari fritti con la birra (foto by pixabay)
  • 10 cl di birra
  • olio di semi q.b.
  • 200 gr di farina
  • 800 gr di calamari
  • 2 uova
  • 1 limone
  • sale q.b.

Come si preparano i calamari alla birra

Il primo passo per la preparazione dei calamari alla birra è pulire nel modo corretto i calamari che poi passeremo nella pastella preparata con la birra. Per fare in modo che la ricetta riesca nel modo migliore sarebbe meglio utilizzare dei calamari freschi, ma in questo caso dobbiamo sapere come pulirli completamente.

Pulire accuratamente i calamari non è un lavoro complicato, basterà fare attenzione a piccoli passaggi:

  1. indossare i guanti per evitare di sporcarsi o rovinare le mani
  2. lavare un calamaro per volta passandolo sotto l’acqua corrente, preferibilmente fresca
  3. staccate tutti i tentacoli assieme alle teste
  4. estrarre la penna di cartilagine dalla sacca
  5. eliminare le interiora del calamaro utilizzando solo le dita
  6. togliere la pelle e le pinne
  7. risciacquare accuratamente ogni calamaro

Nel caso in cui preferiate una preparazione più veloce, evitando la pulizia dei calamari, potete acquistarne la medesima quantità surgelata, ma sappiate che il risultato non sarà proprio lo stesso!

Una volta puliti e preparati i calamari, si può procedere con la preparazione della pastella alla birra:

  1. in una terrina versate 200 gr di farina setacciata
  2. versate nella stessa la birra un poco per volta
  3. mescolate il tutto aiutandovi con una frusta per evitare che si formino dei grumi
  4. a questo punto sbattere 2 uova in un’altra ciotola, assieme ad un pizzico di sale
  5. unire alle uova sbattute il preparato di farina e birra continuando a lavorare con la frusta, nel caso in cui la pastella si presentasse troppo densa, potete allungarla con un po’ di acqua fredda

Una volta preparata, la pastella va lasciata a riposo per una mezz’ora al massimo, in frigorifero.

Dopo i 30 minuti di riposo della pastella, tagliare i tentacoli dei calamari a metà (se sono piccolini potete lasciarli interi), mentre le sacche vanno ridotte ad anelli. Asciugate tutte le parti dei calamari con la carta assorbente, per togliere completamente l’acqua.

In una padella antiaderente dai bordi alti ed abbastanza grande, far scaldare abbondante olio. Intanto, immergete i calamari nella pastella alla birra e quando l’olio avrà raggiunto la temperatura desiderata, versateli nella padella facendo attenzione nel rigirarli. Quando la pastella avrà raggiunto una corretta doratura, aiutandovi con una schiumarola e disponeteli su della carta assorbente.

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV: