Questa settimana parliamo di:

Interviste Vegan ci si nasce, onnivoro ti ci fanno diventare.

Vegan ci si nasce, onnivoro ti ci fanno diventare.

Autore del contenuto

Vegan ci si nasce, onnivoro ti ci fanno diventare.

A differenza di ciò che molti credono, la specie umana non è affatto onnivora.

A seguito di studi comparativi tra la specie umana e gli “altri animali”, emergono caratteri fisiologici frugivori: posizione dell’articolazione mandibolare, movimento mandibolare, apertura della bocca in rapporto alla dimensione della testa. Forma degli incisivi, canini e molari. Enzimi digestivi, ph, capienza dello stomaco, lunghezza dell’intestino tenue, forma delle unghie, ecc.

Basta confrontare la nostra dentatura con quella delle scimmie, che come si sa, si cibano prevalentemente di frutta e bacche.

Vegan ci si nasce, onnivoro ti ci fanno diventare.
Mettiamo a confronto la nostra dentatura con quella delle scimmie… (foto da web)

Solo in mancanza del loro cibo prediletto mangiano semi, radici e foglie tenere. In situazioni di emergenza possono anche cibarsi di altri animali, e credo che lo stesso sia accaduto alla nostra specie milioni di anni fa per via di importanti cambiamenti climatici. Nonostante i problemi di digestione, tossiemia, malattie e vita breve, l’uomo riusci comunque a sopravvivere.

Vegan ci si nasce, onnivoro ti ci fanno diventare.
Comparazione fisiologica della dentatura di diverse specie animali. (animal-sos.it)

Vegan ci si nasce, onnivoro ti ci fanno diventare.

“Toglimi tutto ciò di cui mi cibo e anch’io andrò a caccia senza esitazioni”.

Tuttavia l’evoluzione ha voluto che il nostro DNA non mutasse di molto. Il fatto che non abbiamo l’enzima uricasi (per la digestione delle carni), o che dallo svezzamento smettiamo di produrre l’enzima lattasi (per la digestione del latte), o che la nostra saliva è priva di enzimi proteolitici, ci dovrebbe far riflettere.

Basta però navigare su internet per trovare affermazioni contrarie, divulgate a mio parere da conservatori o disinformatori.

Perché ho scelto di credere a quegli studi?

Semplicemente perché sono in armonia col mio senso pratico e intuitivo. Credo che mangiare prevalentemente frutta e verdura, le quali, per la maggior parte si potrebbe fare a meno di cuocere, sia più naturale rispetto a dover cacciare, scuoiare, sezionare e cuocere un animale (nella migliore delle ipotesi, senza doverlo prima rinchiudere per farlo ingrassare).

Prova a mettere un bambino in una culla con una mela e un coniglio. Se mangia il coniglio e gioca con la mela ti regalo un’auto nuova”. Harvey Diamond

Per chi avesse perso le precedenti interviste a Gianni Galadini, consigliamo di leggere “Diario di un vegano: i vegani non possono entrare!” e ” Non è giusto mangiare gli animali. E chi lo dice?!

In attesa del prossimo articolo, vi auguro una buona riflessione!

Gianni Galadini

Naturopata – Counselor – Mental Coach

 






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.