English EN Italiano IT

Questa settimana parliamo di:

Consigli e curiosità Curiosità Arriva il primo Starbucks in Italia, l'inaugurazione a Milano il 6 settembre

Arriva il primo Starbucks in Italia, l’inaugurazione a Milano il 6 settembre

Autore del contenuto

English EN Italiano IT

In arrivo il primo Starbucks in Italia che verrà inaugurato a Milano il 6 settembre con apertura ufficiale il giorno seguente.

Anche in Italia, come in quasi tutto il resto del mondo, si potrà vedere il marchio di Starbucks sfilare per le vie di Milano. Il primo locale verrà inaugurato il 6 settembre nell’ex Palazzo delle Poste di Piazza Cordusio del capoluogo lombardo e sarà lo store più grande d’Europa con 2.400 metri quadri di superficie.

Quello che vedremo a Milano non sarà una semplice caffetteria come siamo solite vederle in giro per il mondo, ma sarà la terza Reserve Roastery del gruppo dopo quella di Seattle e di Shanghai. Si tratterà di un laboratorio con torrefazione a vista, con degustazioni e corsi dedicati alla cultura del caffè e con produzione di caffè artigianale in edizione limitata.

Starbucks in Italia
Starbucks (Charles Koh by unsplash.com)

Antonio Percassi è l’imprenditore italiano che ha portato nel Bel Paese la catena statunitense di caffetterie. Il primo negozio nasce a Seattle nel 1971 per opera di tre ragazzi che frequentavano l’Università di San Francisco: due insegnanti e uno scrittore. Ma l’idea rivoluzionaria, che ha dato il via al grande impero che è ora, fu di Howard Schultz, riconosciuto ufficialmente come fondatore. Schultz ha sempre dichiarato che il suo progetto si è ispirato proprio ai bar italiani incontrati lungo il suo viaggio tra Milano e Verona. La società oggi vanta oltre 28mila punti vendita in 77 Paesi al mondo, ne rimangono escluse la Corea del Nord e Cuba.

Dopo l’inaugurazione del 6 settembre si prevede l’apertura di altri negozi sempre a Milano e anche a Roma. Probabilmente nel giro di pochi anni la catena americana inizierà a diffondersi a macchia d’olio in tutto il territorio per ricoprire più città possibili.

Con il tempo potremo vedere se questa idea di caffetteria con salottini accoglienti, wifi gratuito e con bevande elaborate e ricche di ingredienti, riuscirà a trovare il suo spazio nel Bel Paese dove si può avere un caffè espresso al costo medio di un euro, decisamente più economico di una delle bevande del noto marchio.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.