Le melanzane a barchetta, un piatto tipico della tradizione napoletana semplicissimo da preparare ma sempre sfizioso e saporito!

Le melanzane a barchetta, prendono il nome dalla loro forma, infatti le melanzane vengono tagliate a metà e riempite con un ricco ripieno. Non sono fritte, ma vanno cotte al forno risultando così una ricetta semplice e genuina ricca di sapori partenopei.

Leggi anche: Polpette di melanzane al forno, facili e veloci da servire come finger food

Melanzane a barchetta – Ingredienti

4 melanzane
Olive nere
Pomodorini del piennolo del Vesuvio rossi e gialli
Capperi
3 alici
Pangrattato
Origano
Basilico
Olio extravergine di oliva
Sale
Pepe
Aglio

Leggi anche: Parmigiana di melanzane vegetariana, senza affettati, con tanto gusto!

Melanzane a barchetta – Preparazione

Lavate le melanzane ed eliminate le parti di scarto. Tagliatele a metà per il lungo e svuotatele della parte interna che andrà tagliata a pezzetti e mettetela in ciotola per il ripieno.  Aggiungete del pangrattato, i capperi, le olive snocciolate, le alici a pezzetti e i pomodorini tagliati a pezzetti. Condite con olio extravergine di oliva, sale, pepe, origano, basilico fresco e aglio tritato.

Melanzane a barchetta
Melanzane a barchetta

Mescolate per bene gli ingredienti e riempite le melanzane scavate con una porzione di composto e decoratele con pomodorini tagliati a metà. Una volta pronte disponetele su una teglia con carta da forno.  Spolverizzatele con pangrattato, irrorate con l’olio e infornate a 180°per circa un’ora. Sfornate le melanzane a barchetta quando si saranno dorate e avranno fatto la crosticina.  Ora sono pronto per essere servite!

Leggi anche: Le drenanti melanzane: scopri tutte le proprietà e le migliori ricette


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV: