Questa settimana parliamo di:

Fragole in crema

Autore del contenuto

E’ una bella soddisfazione raccogliere le fragole nel campo. Sono profumate e dolci. Le fragole vanno lavate molto bene perché nei bottoncini della buccia nascondono insidie pericolose ma non è il caso del mio orto biologico tanto è vero che spesso mentre le raccolgo le assaggio. Non amo in maniera particolare i dolci (in verità non li amavo ma con gli anni che passano il gusto cambia… oppure si ha bisogno di più dolcezze?) e non sono la mia specialità in cucina.

Questa ricetta la preparava mia madre (cuoca un po’ scarsuccia ma piena di buona volontà) per offrire un finale di cena colorato e scenografico.

Mio figlio adora le fragole e quindi mi è tornata in mente (vedi la memoria che scherzi fa!)

Fragole in crema, preparazione

Preparo le fragole, le lavo un paio di volte e le taglio con garbo in modo che appaiano uguali, le metto in una coppa con lo zucchero bianco e le lascio macerare in frigo. Dopo una mezz’oretta tolgo una metà delle fragole e le metto da parte mentre nella coppa aggiungo il sugo di un’arancia, le giro bene e le lascio ancora raffreddare. Le dosi sono ad occhio perché devono essere condite ( le assaggio per sentire se sono dolci ma non stucchevoli) ma non avere troppo liquido.

Le fragole che mi sono tenuta da parte le frullo con l’aggiunta di mezzo limone (succoso) spremuto.

Mi occupo ora della crema. Metto a bollire mezzo litro di latte. In una pentola sbatto 3 uova con 1 cucchiaio di zucchero e quando sono diventate bianche aggiungo piano piano 3 cucchiai di farina in modo che non facciano grumi. Giro bene, accendo il fuoco e metto a filo il latte caldo girando per non farlo aggrumare. Aggiungo una buccia di limone e faccio cuocere a fuoco basso, controllando il bollore e girando sempre la crema. Quando la crema si è addensata al punto in cui il cucchiaio rimane dritto, spengo.

Metto fragole frullate e condite con il limone nella crema girando bene in modo che si amalgamano. Levo la coppa delle fragole dal frigo, controllo che siano sugose ma non troppo, ne tolgo un cucchiaio asciutto che mi servirà per guarnire, rovescio sopra la crema e rimetto in frigo. Al momento di portarle a tavola guarnisco con le fragole che mi sono tenuta da parte. Il risultato è colorato, allegro ed anche buono. E’ un bel mix di agrumi e fragole con la setosità della crema.

Leggi anche
Le linguine del Re Laris
Lo gnoccone è uno e unico
Parlando di Melanzane… Le melanzane a funghetto






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.