La carne rossa ormai si è aggiudicata il titolo di nemico numero uno della salute, sono sempre di più le persone che decidono di intraprendere un’alimentazione priva di questo alimento preferendo proteine vegetali. Le ricerche scientifiche che puntano il dito contro la carne rossa come causa di malattie marcano ancora di più la sua cattiva reputazione.

A fronte di questo grande cambio di abitudini alimentari un’azienda californiana, Beyond Meat, ha creato una carne vegetale al 100%, ottenuta dalle proteine dei piselli.

Le prime polpette di carne vegetale

Partendo da questa nuova materia, arriva in Italia una novità culinaria grazie all’idea di Viviana Veronesi, fondatrice del bistrot Paulpetta, ovvero le prime polpette di carne vegetale.

Abituati alle tradizionali polpette di carne rossa macinata, saporite e gustose, queste a base di carne vegetale potrebbero sembrarci poco attraenti, invece il loro sapore soddisfa anche i palati più esigenti.

polpette di carne vegetale
Beyond Polpette, polpette di carne vegetale

Carne vegetale a favore dell’ambiente

La materia prima con cui sono preparate fornisce un’alternativa alla carne apportando numerosi benefici non solo al nostro organismo ma anche all’ambiente. Infatti permette una riduzione del consumo di acqua (-99%), suolo (93%) ed energia (-50%), oltre che l’abbattimento delle emissioni di gas serra (-90%) rispetto a quelle prodotte grazie all’allevamento animale. Mentre a livello nutrizionale, non contiene glutine, soia e OGM, fattori che implicano una lunga serie di benefici per la salute e l’ambiente.

Viviana Veronesi fondatrice di Paulpetta

L’ideatrice della prima polpetta realizzata con la “100% plant-based meat” di Beyond Meat, azienda americana, è Viviana Veronesi, fondatrice del brand Paulpetta , un bistro che propone un menù unico a base di queste specialità. Protagoniste sono le polpette in tutte le loro forme e sapori, si può scegliere tra 14 tipi tra cui quelle Libanesi, le India, le Messicane, le Greche, le Brooklyn, ovvero l’iconico piatto di spaghetti with meatballs, le Persiane, le Crucche, naturalmente le Italy, le classiche irresistibili polpette al sugo della tradizione italiana proposte in una versione “vegetale”.

La carne prodotta dall’azienda californiana Beyond Meat a Los Angeles crea deliziose carni a base di piante: le nuove polpette contengono infatti solo proteine ​​di pisello, succo di barbabietola e olio di cocco.

Il bistrot italiano, Paulpetta, si caratterizza per un’offerta connotata principalmente dal gusto internazionale e da un richiamo forte con le origini, e che pone l’attenzione sulla salute del Pianeta, per espandere il concetto di consumo etico e consapevole. “Fin da subito abbiamo scelto di utilizzare carne di manzo certificata biologica senza che questo, che per noi è un valore, vada ad appesantire il conto dei nostri clienti – dichiara Viviana Veronesi – Anche i vini che selezioniamo sono a certificazione biologica, come anche le bibite in bottiglia. Di recente inoltre abbiamo scelto di sospendere la vendita di bottiglie di plastica a favore di acqua microfiltrata a chilometro zero e continueremo a perfezionare sempre di più la nostra proposta, in linea con i nostri principi”.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Marida Muscianese
Le mie relazioni con le serie tv sono state le più durature e affidabili della mia vita, soprattutto in quelle giornate grigie e spente dove una tazza di tè, una coperta e un episodio dopo l’altro mi hanno resa la vecchia talpa appassionata che sono ora. Amo viaggiare e non appena ho l’occasione scappo verso una nuova meta, pronta a farmi affascinare da nuovi panorami e sperimentare nuovi cibi e sapori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here