24.9 C
Roma
martedì 5 Luglio 2022
AperitizerLa tradizione italiana del fritto: a ogni regione il suo

La tradizione italiana del fritto: a ogni regione il suo

Autore del contenuto

In Italia la tradizione dei fritti vanta la classica marcia in più. Ogni regione è in grado di reinterpretare il fritto all’italiana con ricette tipiche, dai fritti misti della Vigilia di Natale ai dolci del Carnevale, declinati agli usi e alle tradizioni locali.

Non resta che mettersi ai fornelli, scaldare l’olio e procurarsi la farina per friggere, scelta con cura fra le tante proposte presenti in commercio, e il gioco è fatto. Tutto il resto è fantasia, amalgamata agli insegnamenti delle nostre nonne, delle mamme, alle ricette prese in prestito dagli chef più famosi, per compiere un viaggio fra i piaceri della cucina, grazie a un percorso ideale che si snoda da nord a sud.

Dal Piemonte all’Emilia fra fritti misti e gnocco fritto

Il fritto alla piemontese è una proposta a più voci, che combina ben 18 ingredienti per un piatto dai risvolti squisiti.  Una carrellata di prelibatezze dal salato al dolce, che passa attraverso un uso generoso degli scarti dell’animale, scegliendo di utilizzare fegato, frattaglie e cervella.

In tempi più recenti sono stati aggiunti il petto di pollo e di maiale, mentre sono parte integrante della tradizione i fritti di verdure, i carciofi pastellati e dulcis in fundo il semolino zuccherato e la frutta fritta.

Quello che comunemente identifichiamo come il gran fitto alla bolognese propone un intero menù, dall’antipasto al dolce, per chiudere con la famosa torta fritta. In tema di antipasti gli affettati misti, i formaggi e i sottaceti sono serviti a tavola accanto al tipico gnocco fritto.

I fritti della vigilia, la tradizione romana a tavola

A Roma i fritti della Vigilia di Natale sono un’autentica istituzione. I romani non si mettono a tavola se mancano le verdure fritte, un tripudio di patate, broccoli e cavolfiore in pastella, finocchi, funghi, filetti di baccalà e gli immancabili carciofi. Per deliziare il palato, e continuare a banchettare, si fa spazio alle mele fritte, tagliate a fettine e passate in pastella.

Il fritto della vigilia vanta piatti tradizionali anche in Puglia, dove si preparano le pettole o popizze, croccanti fuori e soffici dentro, nelle Marche dove non può mancare la crema fritta, e in Campania dove a essere fritto è il capitone.

A Napoli la tradizione del fritto si serve nel Cuòppo

La frittura dolce o salata a Napoli viene servita nel Cuòppo, ovvero il classico cono o cartoccio di carta.

Tante le varianti di un delizioso Cuòppo, che può contenere fritti di pesce, di pastelle varie, di patatine o di dolci. Il Cuòppo, conosciuto anticamente con il nome di cuppetiello, può essere considerato un progenitore dell’attuale street food.

Panzerotti, fritto all’ascolana e fritto misto alla siciliana

In Puglia fra le massime espressioni del fritto troviamo i panzerotti, ripieni di pomodoro, mozzarella o scamorza, dalla tipica forma a mezzaluna.

Nascono ad Ascoli le famose olive all’ascolana ripiene di carne, panate e fritte, da servirsi, come vuole la tradizione del posto, con costolette di agnello, di tacchino e un misto di verdure pastellate, tutto rigorosamente fritto.

In Sicilia immancabili gli sfincionelli, pasta di pane fritta, condita con pomodoro, alici, origano, e impreziosita da una cascata di caciocavallo grattugiato.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.