Questa settimana parliamo di:

C'era una volta Lorena Fiorini con "chipiuneart" vi invita a tavola per gustare le ricette...

Lorena Fiorini con “chipiuneart” vi invita a tavola per gustare le ricette delle feste

Autore del contenuto

[GTranslate]

Ecco per voi una carrellata di ricette da preparare durante le festività. Laura Del Luca ci accompagna con la poesia.

  • Panini all’olio d’oliva
  • Zuppa di pesce
  • Pollo ripieno
  • Verdure gratinate
  • Torta con pinoli

Non soltanto il vino canta,
anche l’olio canta,
vive in noi con la sua luce matura
e tra i beni della terra
io seleziono,
olio,
la tua inesauribile pace,
la tua essenza verde,
il tuo ricolmo tesoro che discende
dalle sorgenti dell’ulivo.

(Pablo Neruda)

Ricetta Panini all’olio

Ricetta per forni domestici

Ingredienti

  • 1 k di farina bianca
  • 4 uova
  • 30 g di lievito di birra
  • 1 bicchiere di olio extra vergine d’oliva
  • 1/2 bicchiere di latte
  • sale

Versate sulla spianatoia la farina a fontana, unite il lievito di birra precedentemente sciolto nel latte, un pizzico di sale e le uova. Aggiungete olio EVO nelle sue varietà dal sapore non persistente. La caratteristica del pane all’olio è la sua profumazione, che però è bene non sovrasti l’aroma delicato di farina e lievito. Impastate energicamente per 15-20 minuti. Disporre i panetti, una volta formati nella forma preferita, nella lastra del forno infarinata, ponendoli a distanza perché durante la lievitazione non si tocchino. Copriteli con un panno e lasciarli lievitare in un luogo caldo per circa un’ora evitando, nel frattempo, di scoprirli. Quando il volume sarà aumentato di 1/3 infornare a 200/220°. La cottura richiede circa 20 minuti. Sistemate nel forno una ciotola d’acqua bollente che consentirà di mantenere all’interno l’umidità necessaria. Aprite il forno solo a fine cottura per non arrestare la lievitazione.

Ricetta zuppa di pesce

Ingredienti per 6 persone

  • 2 k di pesce scelto tra calamari, seppie, moscardini, palombo, gallinelle, scorfano, coda di rospo, scampi, gamberoni, gamberetti
  • 1/2 k di cozze
  • 1/2 k di vongole
  • 1 k e ½ di passata di pomodoro
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 costola di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 peperoncino
  • un ciuffo di prezzemolo
  • fettine di pane casereccio
  • 8 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • un bicchiere di vino bianco secco
  • sale e pepe

Pulite e lavate i pesci, divideteli secondo le qualità e tempi di cottura, tagliate a pezzi le varietà più grosse. In una pentola capiente fate soffriggere dolcemente due spicchi d’aglio schiacciati nell’olio extravergine d’oliva, versate il vino bianco e fate evaporare. Aggiungete il pesce iniziando da quello a carne più dura (calamari, seppie, moscardini). Fatelo cuocere a fuoco dolce per 20 minuti con sale, pepe, un pezzetto di peperoncino. Versate la passata di pomodoro e, interi, unite sedano, cipolla e carota, che a fine cottura andranno eliminati. Fate amalgamare. Aggiungete via via i pesci più teneri (palombo, gallinelle, scorfano, coda di rospo). A seguire scampi, gamberoni, gamberetti facendoli cuocere per 15 minuti. Unite, per ultimo, le cozze e le vongole, cotte a parte per 10 minuti in una padella coperta con olio extravergine d’oliva, aglio, sale, un pezzetto di peperoncino; versate il liquido di cottura filtrato. Prima di togliere dal fuoco assaggiate e aggiustate di sale. Mettete nei piatti, all’ultimo momento, il pane fritto in poco olio extravergine d’oliva bollente, aggiungete i diversi pesci, versate il liquido di cottura, spolverate di prezzemolo tritato.

Ricetta pollo ripieno

Ingredienti per 6 persone

  • 1 pollo di 1 k e 500 g
  • 6 etti di carne macinata (vitello, maiale, pollo)
  • 2 salsicce fresche
  • una fetta di pane ammorbidito nel latte
  • un pugno di pistacchi
  • 50 g di parmigiano
  • 2 uova
  • sale e pepe
  • vino bianco

Disossate il pollo. Stenderlo su un piano. A parte, in una terrina, amalgamate la carne macinata, le salsicce, il pane ammorbidito nel latte, i pistacchi, il parmigiano, le uova, sale e pepe. Appoggiate il composto precedentemente preparato sul pollo disossato, cucire la pelle. Salate, unite foglioline di salvia e rosmarino. Avvolgete il pollo con carta stagnola. Legare con spago da cucina. Mettete il tutto in una pirofila da forno e lasciate cuocere per 1 ora e 1/2 . Bagnate a metà cottura con del vino bianco. A cottura ultimata ricavate una salsa con il fondo della pirofila che servirà per condire il rollè di pollo.

Verdure gratinate

Ingredienti per 6 persone

  • 4 zucchine
  • 4 melanzane
  • 4 pomodori maturi
  • 4 patate
  • 2 cipolle
  • 2 peperoni
  • peperoncino
  • 1 spicchio d’aglio
  • una spolverata d’origano
  • qualche foglia di basilico
  • un pugno di prezzemolo
  • 50 g di parmigiano
  • una manciata di pangrattato
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Lavate, tagliate a tocchetti le verdure, disponetele in una teglia da forno, salate e pepate, aggiungete il peperoncino. Preparate un composto di pangrattato mischiato ad aglio e prezzemolo tritato, foglioline di basilico spezzettate, parmigiano, origano. Cospargete la superficie delle verdure con il composto. Versate l’olio e spostate la teglia in forno a cuocere, alla temperatura di 180°, per un’ora.

Torta con i pinoli

Ingredienti per 6 persone

  • 300 g di farina
  • 3 uova
  • 5 cucchiai di zucchero
  • 1 bicchiere di latte
  • 100 g di pinoli
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 5 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 20 g di burro per la teglia

Rompete le uova e ponetele in un recipiente, sbatterle e aggiungere, a pioggia, farina, zucchero, latte, olio extra vergine d’oliva e il lievito. Amalgamate il composto fino ad ottenere una pasta omogenea e abbastanza densa, aggiungete una parte dei pinoli e mescolate. Versate il composto in una teglia imburrata, cospargete la superficie della pasta con i restanti pinoli. Infornate e lasciate cuocere per circa 30 minuti nel forno caldo a 160 gradi.

Da La via oleosa di Laura De Luca

Lorena Fiorini, Il fascino degli inseparabili
Lorena Fiorini, Il fascino degli inseparabili

UomoPianta

Se ti accarezzo il tronco,
Ulivo,
posso perfino amarti
e in te confondendomi,
arrivare al respiro,
al vero.
Allora tu smetti per me
di essere cosa,
pianta,
inanimato splendore
e sento di nuovo
i muscoli di lui,
i brividi
di noi creature
sottili e smarrite,
sradicate dal tempo,
con solo le tempie
consegnate all’eternità.

Il mio uliveto

Pregano
le foglie,
silenziose,
affratellate,
ronzanti monache vegetali,
in monasteri traforati
di rami.
E’ tutta qui la pace,
severa,
del mio uliveto.

Leggi anche
Il cardo, la sentinella della Scozia
La mela d’oriente, il Loto del Giappone, il frutto emblema dell’inverno: Cachi con la panna






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.