Questa settimana parliamo di:

Sapori della Mente Poeti ai fornelli

Poeti ai fornelli

Autore del contenuto

Fu nella cantina del ristorante parigino “Il Vero Guascone”, che il 24 novembre 1960 si ritrovarono sette amici dagli interessi complementari: nasceva così l’Oulipo (Ouvroir de Littérature Potentielle. Fondato da Raymond Queneau, un letterato amante della matematica e da François Le Lionnais, un chimico appassionato di scacchi e di letteratura, l’Ouvroir si riprometteva, allora come oggi, di sperimentare nuove forme di scrittura con l’applicazione di nuove regole, di nuove contraintes. Il progetto, però, si dimostrò legato non soltanto alla letteratura, ma anche altre discipline, come la musica, la pittura, la letteratura poliziesca, i fumetti e, naturalmente, anche la gastronomia. Sono di due “Presidenti”, dell’Oulipo e dell’Oplepo queste due composizioni che, se pur prive di una specifica contrainte, testimoniano un interesse per la culinaria.

Prenez un mot prenez en deux
faites les cuir’ comme des œufs
prenez un petit bout de sens
puis un grand morceau d’innocence
faites chauffer à petit feu
au petit feu de la technique
versez la sauce énigmatique
saupoudrez de quelques étoiles
poivrez et mettez les voiles
Où voulez-vous donc en venir ?
A écrire vraiment ? A écrire ?

(Raymond Queneau, Pour un art poétique, in Le Chien à la mandoline,
Œuvres complètes, 1, Gallimard, Bibliothèque de la Pléiade, 1989, p. 270).

prendi un pezzo di carne nel lucèrtolo,
poi steccalo con fette di prosciutto,
con zibibbo, pinoli e un po’ di tutto,
e aglio e sale e pepe, io me lo mèrtolo:
battuto è il companatico, e io convèrtolo:
sbucciami il pomodoro, che lo butto,
e aspetto che mi resti lì distrutto,
a lento fuoco, coperto e scopèrtolo:
ci puoi condire infine i maccheroni,
e via, con tanti formaggi piccanti,
200 grammi a noi 2, buoni buoni:
la cipolla, strizzata, me l’agguanti
con il mestolo, e fuori dai coglioni!
prendimi per la gola, che mi incanti:

(Edoardo Sanguineti, sonettuzzo, in La tavolozza imbandita. Le ricette di Tina Persico, a cura di Antonella Lombardo, INAC/Ulisse & Calipso, Edizioni Mediterranee 2007, p.17).

Leggi anche
Surdéfinitions
Rebus






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.