English EN Italiano IT

Questa settimana parliamo di:

Purea di patate

Autore del contenuto

English EN Italiano IT

Con l’autunno la Tv continua con i programmi di cucina a tutte le ore: qualcuno in repliche infinite, qualcuno si rinnova, qualcuno è tutto nuovo anche se idee nuove non ce ne sono!

Ha ripreso il suo posto a mezzogiorno su Rai1 Antonella Clerici rinnovando cucinieri e scenografia. Ed anche il suo abbigliamento che risente molto dell’atmosfera campagnola della sua nuova vita. Ma sorride poco e non appare molto felice. Peccato perché Antonella è la gioia di vivere e la trasmette anche a casa quando c’è!

Aspettiamo che finisca il rodaggio e siamo certi che ritroviamo la Clerici di sempre. Auguri!

Purea (purè) di patate

E’ LA MIA PASSIONE! La mangiucchio anche mentre è sul fuoco oppure la addento su una fetta di mozzarella! La cucinerei ogni giorno come contorno per ogni cosa!

Le patate: è qui la prima scelta! Patate bianche non troppo grosse del centro Italia NON PULITE! Le patate per non essere acquose non devono essere state trattate e cioè lavate: vanno comprate sporche!

Con uno spazzolino vanno pulite, ripassate con uno scottex umido ma non lavate. Mettere circa 2Kg di patate in una pentola con abbondante acqua fredda e farle cuocere bene a fuoco medio. Quando sono molto ben cotte le scolo, le sbuccio e le passo in un passapatate.

In una pentola metto le patate passate, 100 gr. di burro, 200 gr. di parmigiano, una buccia di limone grattugiata e una abbondante grattata di noce moscata.

Metto sul fuoco a fiamma bassa (magari con una retina sotto la pentola) e aggiungo il latte caldo a filo amalgamando bene. Assaggio (evviva!) per regolarmi di sale e di sapore e continuo ad amalgamare fino a che sento sotto la cucchiaia una crema consistente ma liscia (e la riassaggio… per sicurezza!). E’ da portare a tavola molto calda in accompagno con scaloppine al marsala o piccatine al limone o pizzaiola al sugo. Ma è un contorno perfetto per tutto quello che è carne, pollo, cacciagione.

Variante: Gateau (gattò) di patate

Cuocere e condire le patate come per il purè in una scodella. Aggiungere il latte freddo poco alla volta e amalgamare rendendo l’impasto morbido. Assaggiare per controllare l’equilibrio dei sapori. Aggiungere un fiordilatte ben scolato tagliato a dadini e 100 gr di prosciutto cotto tagliato a listarelle e girare bene.

In un pirex imburrato e passato con pane grattato distribuire l’impasto, pareggiarlo con una cucchiaia e spolverarlo con pane grattato. Mettere 2/3 noci di burro e infornare a 180° gradi fino a che il sopra non sia ben dorato. E’ buono caldo, tiepido, freddo. E’ buono comunque!

Leggi anche
Scarola, passi e pinoli
Pasta fredda






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.