Questa settimana parliamo di:

Pecora Nera Roma: un poker d'assi

Roma: un poker d’assi

Autore del contenuto

Trimani

Via Goito, 20 (Termini) Tel. 06/4469661
Chiuso: Domenica
www.trimani.com

Per gli appassionati capitolini le parole “vino” e “Trimani” sono un sinonimo: tutti in città conoscono questa rivendita storica (attiva dal 1876) dove sono entrati almeno una volta nella vita. Del resto, con qualche migliaio di referenze a disposizione, è pressoché sicuro che ogni tipo di cliente possa trovare la bottiglia più idonea alle sue necessità. Qui c’è di tutto: dalle semplici bottiglie da pochi euro per il pasto quotidiano, a preziose etichette di annate storiche e di gran pregio, conservate in un apposito caveau, a rari distillati. Ogni vitigno italico è rappresentato, così come i più importanti prodotti stranieri, ed è crescente l’attenzione alle preparazioni naturali e biodinamiche; da tempo è anche possibile gustare in mescita i loro vini negli spazi dell’attiguo wine bar, attivo anche come cucina. Numerose, inoltre, sono le iniziative divulgative organizzate dalla bottega (incontri con i produttori, serate a tema, ecc.).
Il servizio è cortese e molto preparato.

Enoteca F.lli Lucantoni

Largo di Vigna Stelluti, 33 Tel. 06/3293743
Chiuso: Domenica
www.webdivino.com

Dagli anni ’60 questa enoteca non delude le schiere di appassionati che ne hanno fatto un punto di riferimento per il bell’assortimento, sempre in divenire, con una carta che si arricchisce di anno in anno, al passo con i tempi eppure ricca di grandi classici, di bottiglie storiche e speciali, adeguatamente conservate nelle apposite vetrine refrigerate, nonostante l’enoteca stessa sia mantenuta a temperatura costante per non minare la conservazione dei vini sugli scaffali. A consigliare gli avventori, con una competenza invidiabile, c’è uno staff giovane e comunicativo, mai invadente ma invece preciso nel cogliere quelle che sono le diverse esigenze della variegata clientela. All’ora dell’aperitivo è un piacere fermarsi a degustare un buon calice servito con la massima cura nella bella sala, attorniati dalle bottiglie, per accompagnarlo con prodotti gastronomici di qualità presentati con cura.

Enoteca Buccone

Via di Ripetta, 19/20 (Piazza del Popolo) Tel. 06/3612154
Chiuso: Domenica
www.enotecabuccone.com

Sulla centralissima Via di Ripetta, a due passi da Piazza del Popolo, l’enoteca Buccone nel corso degli anni ha continuato a rinnovarsi senza cedere alla tentazione di diventare un locale “acchiappaturisti”, passando dall’essere una semplice vineria fino a diventare rinomata enogastronomia in cui fermarsi ad assaggiare pochi piatti semplici ma preparati con cura e con buoni ingredienti, accompagnando un calice di vino servito nel migliore dei modi. Effettivamente il turista che capita qui (così come il romano) può giovarsi di una bella esperienza in un’atmosfera storica data dall’arredo d’epoca, godendo come detto di una linea di cucina genuina, ma anche della lista di vini varia e interessante che abbraccia quasi tutto il panorama nazionale con diverse bottiglie dal rapporto qualità/prezzo lodevole (soprattutto pensando alla zona centralissima in cui i prezzi tendono a lievitare), e di un’ampia scelta di prodotti gastronomici che danno una buona idea delle eccellenze del bel paese.

Achilli al Parlamento

Via dei Prefetti, 15 (Campo Marzio) Tel. 06/6873446
Chiuso: Domenica; Lunedì mattina
www.enotecalparlamento.com

Locale storico nel cuore di Roma, l’enoteca Achilli è da sempre poliedrica e polivalente, contraddistinta da una capacità più unica che rara di coniugare tradizione e modernità, di rinnovarsi ed adeguarsi alle nuove tendenze mantenendo intatta la sua anima originaria. E così, entrando, ci si trova immediatamente immersi nell’atmosfera senza tempo della bottiglieria arredata con solide boiserie in legno scuro, con le alte scaffalature su cui ammirare una scelta di etichette eccezionale per quantità di nomi, presenze di pregio ma anche di novità nel panorama enologico nazionale ed internazionale (in particolare la lista di Champagne merita una visita) e profondità di annate. Pochi tavolini posti all’interno dell’enoteca fanno intuire la possibilità di sorseggiare un calice con qualche buona tartina all’ora dell’aperitivo, e fanno da preludio alla seconda elegante sala, quella del ristorante stellato dello chef Massimo Viglietti.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.