Sai perché dovresti prepararti una buona tisana alla malva?

Le tisane sono ottime compagne la sera prima di andare a dormire o da bere nel pomeriggio come merenda. Molte delle tisane più comuni hanno dei grandi benefici sul nostro organismo. Una di queste è la tisana alla malva.

Perché prepararsi una buona tisana alla malva?

tisana alla malva
Proprietà della tisana alla malva (foto by pixabay)

La malva è una pianta erbacea assai comune e soprattutto particolarmente reperibile nelle nostre campagne come in erboristeria. Questa pianta è un vero toccasana per il nostro organismo, grazie al suo effetto emolliente, lenitivo ed antinfiammatorio.

Queste proprietà benefiche della malva, provengono dagli elementi che contiene, quali l’acido clorogenico, acido caffeico, potassio e mucillagini. Queste proprietà agiscono sul nostro organismo aiutando il nostro intestino, ammorbidendolo e stimolandone la contrazione. In questo modo, si agevola lo svuotamento. Inoltre, aiuta le vie respiratorie, favorendo lo scorrimento del muco. Questa proprietà potrebbe tornare utile soprattutto nel caso dei bambini o di adulti affetti da faringite, bronchite o tonsillite.

Come preparare la tisana alla malva?

La tisana alla malva la si prepara attraverso un’infusione di fiori e foglie essiccate. Questo prodotto lo si può trovare già pronto in bustine o sfuso in erboristeria. Se invece, conoscete il procedimento per l’essiccazione di fiori e foglie, potete raccoglierne un po’ nelle campagne.

La tisana alla malva, a differenza di altre tisane, per essere efficace va consumata calda e può essere dolcificata con miele e zucchero. Per preparare questa tisana, quindi, si consiglia di utilizzare una teiera chiusa o una tazza con il coperchio. In alternativa, se non possedete né l’uno né l’altro potete utilizzare un piattino sotto tazza a copertura della tazza stessa.

Per preparare la tisana lasciate in infusione 2 cucchiai di fiori e foglie essiccati per almeno 5/7 minuti, dopodiché filtrate il liquido e versatelo in una tazza. Dolcificate a piacere con zucchero o miele e consumate previa preparazione.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Deborah Farinon
In volo sulle ali della mia fantasia! Così mi descrivo sin da quando sono una bambina, perché così è come mi sento: sono curiosa e adoro farmi stupire continuamente da ciò che mi circonda, amo la natura, le sfide, la creatività. Tutto questo mi ha permesso di diventare la persona che oggi sono e fare il lavoro dei miei sogni: l’educatrice! Non si deve mai aver paura di mettersi in gioco!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here