English EN Italiano IT

Questa settimana parliamo di:

Sapori della Mente Tautogramma. Ricetta dietetica

Tautogramma. Ricetta dietetica

Autore del contenuto

English EN Italiano IT

Basato sul criterio della ripetizione, il tautogramma produce un rilevante effetto fonico, spesso congiunto a un “effetto filastrocca”, come accade nel caso della nota storiella «Pier Paolo Parzanese, piccolo pittore palermitano, pittò parecchi palazzi per procurarsi poco pane…». Sono molteplici gli esempi, numerosissimi quelli che prediligono la lettera p.

Già nel ‘600 Gaspar Dornau scrisse una Pugna porcorum, “la battaglia dei maiali”, 250 versi tutti con parole inizianti con la p (Giovanni Pozzi, invece, data la composizione al 1530 e l’attribuisce al domenicano Leone Plaisant. Altri esercizi, sempre con la stessa lettera iniziale, si devono in tempi recenti ad Achille Campanile (una storia del “povero Piero”), a Margareth Atwood (una storia per bambini, tradotta in italiano da Mattia Diletti, che ha per protagonisti la Principessa Prunella, la Principessa Priscilla, il Principe Primario, tre gatti persiani di nome Pazienza, Prudenza e Perseveranza, e un pointer chiamato Pollice). Anche in p è il tautogramma di Guglielmo di Baskerville, il protagonista de Il nome della rosa di Umberto Eco ed è lo stesso Eco (1995) che, insieme con i suoi allievi, ha riscritto la storia di Pinocchio in forma tautogrammatica, in p, naturalmente (Pinocchio, Comix, Bologna, 1995).

La Ricetta dietetica di Emanuela Grimalda è un tautogramma, anch’esso nella lettera p.

Per perdere peso preferire pasti poveri, poco papabili.
Pane poco, pasta poca. Porzioni piccole piccole.
Particelle prestabilite, pesate, ponderate. Pinoli per pranzo!
Polenta poca, pizza poi, panna? Per pietà!

Pasticcio? Provaci! Per poco prelibatezze. Porri piuttosto! Porca paletta!

Polpettoni, panzerotti, provocanti puttanesche? Pèntiti! Prevedi panza, pappagorgia!. Poi, per perdere peso… Pazienza, parecchia pazienza. Palestra, pesi… poi Plin! Pipì. Pipì pipì pipì parecchia pipì. Poi… Popò. Popò, popò popò. Parecchia popò pure.

Prugne. Prugne. Purgano, puliscono, purificano. Poi… praticamente piume!

Leggi anche
Monovocalismo e monocromatismo






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.