Via coltelli e forchette nella prima Scarpetteria a Roma

Chi non fa la scarpetta a fine pasto gode solo a metà! E se in alcuni ristoranti potrebbe sembrare un gesto da “maleducati”, nella prima Scarpetteria a Roma è la regola fondamentale!

Via coltelli e forchette nella prima Scarpetteria a Roma

In fondo in fondo, diciamocelo apertamente: chi di voi non adora fare la scarpetta nel piatto fino vederlo perfettamente pulito? Anche se in alcuni ristoranti più raffinati potrebbe sembrare un gesto poco carino, spesso facciamo difficoltà a resistere alla tentazione! Ed ecco che siamo pronti a raccogliere quel sughetto così gustoso che lasciarlo nel piatto è soltanto un sacrilegio! Il problema è risolto: da oggi è possibile gustare sughi e salse fino alla fine, grazie all’apertura avvenuta giovedì 12 aprile della prima Scarpetteria a Roma: Shine On.

scarpetteria a roma
Via coltelli e forchette nella prima Scarpetteria a Roma (http://www.scarpetteria.org/)

Il successo è indubbio: prima di tutto i romani e poi i migliaia di turisti, non solo potranno leccarsi i baffi, ma anche le dita! Nel cuore del quartiere Ostiense, poco distante da Testaccio, apre Shine On, la prima Scarpetteria a Roma, dove la regola principale è proprio quella di pulire il piatto facendo la classica scarpetta col pane.  Un trionfo di salse e sughetti che disdegneranno forchette, cucchiai e coltelli e si faranno accarezzare solo da tocchi di pane con cui verranno inzuppate di gusto senza freni.

Fare la scarpetta al ristorante sarà un piacere vero piacere tattile

Un vero e proprio viaggio tattile quello che si potrà fare nella Scarpetteria di Roma, attraverso un menù ricco di proposte sfiziose.  Dal ragù alla Picchiapó alle salse all’amatriciana, alla boscaiola, ai formaggi. E ancora: i sughi all’ortolana con stracciatella di burrata e di salmone selvaggio affumicato oltre al polpo verace con olive di Gaeta. Il tutto da “scarpettare” con pane caldo.

Allora, pronti a fare la scarpetta con sughi, salse e dolci per un’esperienza senza freni, anzi, senza posate? Solo a parlarne viene l’acquolina in bocca!

Potrebbe interessarti anche: