English EN Italiano IT

Questa settimana parliamo di:

C'era una volta Crema con asparagi

Crema con asparagi

Autore del contenuto

English EN Italiano IT

Gli asparagi sono conosciuti fin dall’antichità, consumati da oltre 2000 anni, le prime ricette le troviamo nell’antico Egitto. Da qui gli asparagi si sono diffusi nell’area del Mediterraneo.

Il turione è il fusto della pianta, la sua parte commestibile. Se non viene raccolto, si trasforma in un nuovo fusto. Pianta longeva, può vivere anche 10 anni. 
L’esposizione al sole permette alla pianta di modificarsi, da bianca diventa colorata, violetta. Gli asparagi di colore bianco, più delicati, sono quelli lasciati crescere lontano dalla luce del sole, Quelli di colore verde hanno un sapore più intenso, mentre quelli di colore violetto rasentano l’amarognolo. Gli asparagi selvatici, più sottili, spinosi, dal sapore amarognolo, sono particolarmente graditi in cucina. 

Proprietà
Le proprietà degli asparagi si riassumono in terapeutiche e afrodisiache. In particolare si narra che Napoleone richiedesse al cuoco di preparare un piatto a base di asparagi preparandosi a un successivo incontro amoroso.
Le proprietà terapeutiche riguardano in particolare gli asparagi selvatici, ricchi di sali minerali e di vitamine, utili a combattere i radicali liberi,  proteggono la pelle e i capelli, aiutano il metabolismo cellulare rafforzano il sistema immunitario. Hanno proprietà antiossidanti, sono necessari contro l’invecchiamento cellulare, curano le ossa e la coagulazione del sangue. 
Gli asparagi sono ricchi di fibre e, quindi, ritenuti validi per favorire la funzione digestiva. 

Gli asparagi selvatici
Per il contenuto di acido urico, sono sconsigliati a chi è affetto da problemi ai reni, di gotta e chi ha infiammazioni all’apparato urinario. Si consiglia attenzione se siamo in presenza di un’intolleranza all’acido acetilsalicilico.

Calorie
Gli sparagi sono considerati ottimi nelle diete ipocaloriche, per il loro contenuto di sole 25 calorie in 100 grammi.

Pulire gli asparagi
Tagliate la parte finale, quella dura e bianca, lavateli sotto l’acqua corrente, con un pelapatate eliminate la superficie filacciosa. Lavateli nuovamente e risciacquateli con cura. 

Ricette
In cucina ci possiamo sbizzarrire con gli asparagi, accompagnati da uova, dai gamberetti, speck, ma anche lessati, cotti al forno, al vapore, sott’olio, gratinati.
Sono appetitosi anche cucinati crudi, tagliati a fettine e inseriti nelle insalate.
Gli asparagi di mare sono piante diffuse nelle zone umide e salmastre, crescono in modo spontaneo lungo le coste. Vanno trattati in cucina come le normali verdure. 

Crema di Asparagi
Foto di Monovareni da Pixabay

Come preparare la Crema con Asparagi

Ingredienti per quattro persone
600 g di asparagi
4 cucchiai di farina
2 uova
200 ml di latte
50 g di parmigiano grattugiato
4 fette di pane 
olio extravergine d’oliva
sale 

Procedimento
Mettete gli asparagi a lessare in abbondante acqua leggermente salata. Quando le punte risulteranno cotte, separatele dai gambi e lasciatele da parte. Rimettete i gambi nell’acqua di cottura e lasciate bollire per ulteriori 30 minuti. Togliete gli asparagi dal fuoco, fate raffreddare, passateli, una volta scolati, nel passaverdura, versate il composto nell’acqua di cottura. 

In un tegamino, fate amalgamare latte e farina, mettete sul fuoco, mescolare in continuazione con un cucchiaio di legno e lasciate cuocere dolcemente fino a formare una crema. Versate e incorporate alla crema di asparagi. 

In una terrina sbattete le uova con il parmigiano, unite alla crema di asparagi, aggiustate di sale, fate amalgamare e proseguite la cottura lasciando sul fuoco per un’ulteriore ¼ d’ora. A parte fate friggere nell’olio bollente i crostini di pane. Versate la crema nei piatti di portata, distribuite le punte degli asparagi accompagnate dai crostini fritti nell’olio.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.