English EN Italiano IT

Questa settimana parliamo di:

C'era una volta Rotolo di spinaci e ricotta

Rotolo di spinaci e ricotta

Autore del contenuto

English EN Italiano IT

Ritorna Braccio di Ferro con gli spinaci: ricetta del rotolo con gli spinaci

La pianta di spinaci

Spinacia oleracea è l’unica specie di spinacio, verdurabiennale, costituita da foglie di colore verde scuro, che fa parte della famiglia delle amaranthacee.

Un po’ di storia

Lo spinacio è utilizzato fin dai tempi antichi dagli arabi, lo troviamo in particolare nella zona occidentale e centrale dell’Asia, ma veniva usato in tutto il continente asiatico.

Fa la sua comparsa in Europa intorno all’anno 1000, quando apparve in Spagna al seguito dei conquistatori mori. Più tardi arrivò in Italia a opera dei Saraceni, conquistatori della Sicilia.

Lo spinacio prese importanza nel XIX secolo, quando furono accolte le proprietà nutrizionali dell’ortaggio. La sua importanza in cucina si allargò, ma fu soprattutto l’importanza in medicina, per la cura di alcune malattie, a decretarne una maggiore espansione.

Curiosità sugli spinaci

La storia più conosciuta fa riferimento alla presenza del ferro, si pensava che lo spinacio ne avesse più della carne. Bisogna riandare al 1890 quando, a causa di un errore nelle etichette, che riportavano il dato errato di g 29 al posto di g 2,9 comunicando un considerevole aumento del ferro presente nello spinacio, 10 volte superiore alla realtà.

Nel corso della seconda guerra mondiale lo spinacio venne consumato in grandi quantità. Inoltre, per molti anni si è creduto che gli spinaci avrebbero aumentato la massa muscolare, che invece venne smentita da successivi studi dell’ortaggio. Gli spinaci hanno, quindi, goduto di grande prestigio, e sono stati esaltati come una verdura particolarmente salutare, certezza che derivava da un macroscopico errore.

Solo nel 1937 fu scoperto l’arcano, esattamente quando è stato pubblicato il corretto contenuto in ferro degli spinaci.

Braccio di ferro nacque dallo stesso errore, precisamente nel 1928. La storia narra che, trovandosi in difficoltà, ricorreva a una lattina di spinaci, per ottenere la forza indispensabile a salvare Olivia, la fidanzata spesso in pericolo procurato dal suo rivale in amore Bruto.

La trovata commerciale

Braccio di Ferro, è stato protagonista di una delle operazioni di marketing più riuscite: il simpatico personaggio venne realizzato, per incrementare le vendite, da produttori americani di spinaci in scatola.

Braccio di Ferro ebbe un successo incredibile presso i bambini. Laproduzione dei cartoni animati proseguì autonomamente dal progetto pubblicitario, tanto da allietare grandi e piccini per più generazioni!

spinaci
Tutte le curiosità sugli spinaci

La salute: benefici degli spinaci

Lo spinacio cotto non assorbe facilmente il ferro, che solo in minima parte viene trattenuto dall’organismo. Sarà sufficiente condire gli spinaci con il succo di limone, per favorire, grazie all’acido ascorbico, un maggior assorbimento del ferro.

Lo spinacio contiene Vitamina A e C, in minore quantità Vitamine B, D, F, PP e K, fornisce buone quantità di minerali, rame, potassio, zinco, calcio e fosforo. Contengono acido folico, che stimola la produzione di globuli rossi, è efficace nella prevenzione di tumori e di patologie cardiovascolari, previene le malformazioni neonatali;

Lo spinacio, alimento digeribile, che facilita il transito intestinale, trova spazio nelle diete e insiste su un’alimentazione sana e corretta. Tra le sue particolarità spicca il 90% di contenuto d’acqua, mentre il restante 10% si suddivide tra carboidrati, proteine e fibre, assenti i grassi.

I medici lo consigliano per la presenza di vitamine e sali minerali.

Contrasta l’alterosclerosi , protegge dalle malattie che colpiscono le coronarie. Sono utili per sostenere la salute delle gestanti.

Spinaci in cucina

Una miriade di ricette abbondano in cucina, ma sappiano bene che l’ortaggio può essere mangiato anche crudo, a insalata, oppure può essere servito come contorno, condito con un filo d’olio, sale e succo di limone.

Lo spinacio in cucina è gradito ai bambini, a esempio vanno per la maggiore le spinacine, cotolette di petto di pollo e spinaci. Per non parlare dei ravioli, che vedono insieme spinaci e ricotta.

Rotolo di spinaci e ricotta

Ingredienti per quattro persone:

  • 1 k di spinaci
  • 250 g di farina
  • 200 g di ricotta di pecora
  • 5 uova
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • olio extravergine d’oliva
  • 1 noce di burro
  • sale e pepe

Preparazione rotolo con gli spinaci

Lavate, lessate, strizzate e tritate finemente gli spinaci, poneteli in una terrina, aggiungete ricotta, parmigiano e 2 uova. Salate, pepate e amalgamate il tutto con i rebbi di una forchetta. Coprite la terrina, mettete il ripieno a riposare in frigorifero.

A parte setacciate la farina, fate la fontana, versate le 3 uova residue e 2 cucchiai d’olio, salate e incorporate la farina con la punta delle dita e successivamente con il palmo della mano fino a ottenere un impasto morbido ed elastico. Aggiungete acqua all’occorrenza. Con il mattarello infarinato, tirate una sfoglia piuttosto sottile, ricavate un grosso rettangolo. Inserite il ripieno preparato, arrotolate la pasta in modo da ottenere un rotolo.

Avvolgete il rotolo in un panno bianco da cucina, legatelo alle estremità e mettetelo a cuocere in abbondante acqua salata per circa 1 ora. Togliete il rotolo dal liquido di cottura, fate sgocciolare, eliminate il panno, lasciate raffreddare ed affettatelo. Sistemate le fette in una teglia leggermente imburrata e passate in forno, preriscaldato a 180°, per ½ ora.

Detto popolare

Gli spinaci si cuociono con l’acqua loro

Leggi anche

Pesce spada al pomodoro, tra storia e leggenda
Sua Maestà il pomodoro – Fusilli ai pomodori verdi






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.