Questa settimana parliamo di:

Consigli e curiosità Sapevate che ci sono dei semi di frutti che non vanno assolutamente...

Sapevate che ci sono dei semi di frutti che non vanno assolutamente buttati?

Autore del contenuto

Quando mangiamo un frutto siamo soliti buttar via i semi. Molto spesso però stiamo cestinando la parte più nutritiva. Ecco come utilizzare i semi di frutti che non vanno assolutamente buttati.

Sostanze nutritive nascoste

semi di frutti
Segreti nascosti nei semi dell’anguria (http://cdncz.healthfreedoms.org)

Durante le calde giornate d’estate quante fette di anguria riuscite a mangiare? Ma soprattutto, quanti semini neri finiscono nella pattumiera? Ecco una cosa che in pochi sanno: mente la polpa dell’anguria è composta maggiormente d’acqua, le vere sostanze nutritive sono nei semi. Lavateli bene asciugateli e poi tritateli nel mixer fino ad ottenere una polvere, da usare come condimento per infusi, frullati o per delle fresche insalatone!

I segreti dei frutti tropicali

semi di frutti
Non si butta niente (http://www.donnaclick.it)

Tra i frutti tropicali più consumati nel nostro paese troviamo la Papaya e l’Avocado. I semi della Papaya contengono un enzima ad alto potenziale digestivo: la papaina. Anche in questo caso per poter usufruire di questi benefici si possono prendere tutti i semi del frutto lavarli per bene e metterli in forno. Dopo circa 2 ore a 50°, lasciateli raffreddare e passarli al mixer polverizzandoli. La polvere di semi di Papaya può essere usata come sostituto del pepe. Il nocciolo di Avocado, invece contiene tantissime proprietà benefiche per il nostro organismo: tra le tante cose è anche un sostanzioso supporto per il nostro sistema immunitario. Anche in questo caso si può polverizzare il nocciolo ed utilizzarlo per infusi, insalate o frullati.

Da snack a yogurt

semi di frutti
prodotti vegani a base di anacardi (https://www.prevention.com)

Tutti sappiamo cosa sono gli anacardi, ma solo nella forma più comune di frutta secca. Molto utilizzati come snack in mix di noccioline, però non conosciamo molto le altre potenzialità di questo alimento. Gli anacardi, infatti si possono presentare sotto diverse forme oltre quelle più note. Da questo alimento, infatti, si può addirittura ricavare della panna acida o dello yogurt. Volendolo provare in queste altre forme, dovrete intanto lasciare in ammollo gli anacardi freschi per almeno 3 ore. Dopodichè mettete il tutto in un mixer insieme ad un dattero e aggiungete 250 ml di acqua. Fate mixare il tutto fino ad ottenere una crema. Questa ricetta come anche la ricotta di anacardi può essere un valido supporto alla dieta vegana.






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.