Secondo recenti studi la dieta mediterranea, patrimonio Unesco, aiuterebbe a curare la depressione. La dieta che predilige un’alimentazione a base di verdura, frutta, cereali, pesce e olio di oliva, sembrerebbe apportare benefici anche all’umore.

La dieta mediterranea contro la depressione

La dieta mediterranea è un modello nutrizionale tipico dei paesi del Mediterraneo, è stata anche riconosciuta dall’Unesco come patrimonio dell’umanità del 2010. Si basa su un’alimentazione che preferisce verdura, frutta, pesce, cereali e olio d’oliva e prevede una minore presenza di carne e latticini.

La dieta mediterranea è uno stile di vita e sono innumerevoli i benefici che ne derivano, i principali sono:

  • Previene il rischio cardiovascolare
  • Allontana il pericolo di sindrome metabolica
  • Efficace nella prevenzione dei tumori
  • Consente di apportare al corpo il giusto quantitativo di ogni micronutriente.

Potrebbe interessarti anche: La dieta Mediterranea, la migliore fra tutte! Scopri le caratteristiche e un esempio di menù

La dieta mediterranea contro la depressione

Oltre ai suoi ormai noti benefici all’organismo e alla salute del corpo, sono state scoperte altre proprietà di questa alimentazione che sembra migliorare anche l’umore e a prevenire la depressione.

dieta mediterranea contro la depressione
La dieta mediterranea (pixabay.com)

I ricercatori dell’University College di Londra hanno affermato: “Poiché la depressione è il disturbo psichiatrico che ha i maggiori costi sociali, l’obiettivo di questa revisione sistematica era sintetizzare il legame tra la qualità della dieta, misurata utilizzando una gamma di indici predefiniti e risultati depressivi”.

I 41 studi hanno monitorato 36.000 persone; 21 di questi studi erano longitudinali (monitorando persone per un periodo di tempo), mentre il resto era trasversale (solo analizzando un’istantanea della vita delle persone). I risultati della dieta associata alla pianta con il 33% hanno ridotto il rischio di depressione.

La conclusione vede una correlazione tra la qualità del cibo che mangiamo e il nostro stato mentale. “Esistono prove convincenti”, afferma la dott.ssa Camille Lassale, autrice dello studio, ricercatrice associata presso l’Istituto di Epidemiologia e Sanità della UCL, “per dimostrare che esiste una relazione tra la qualità della dieta e la salute mentale”.

I ricercatori però sottolineano che bisogna comunque prestare cautela. E’ vero che alcuni cibi che mangiamo possono fare la differenza e ridurre il rischio di depressione, ma non c’è ancora alcuna prova clinica concreta.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV: