English EN Italiano IT

Questa settimana parliamo di:

Susy & Giuly Il caldo è arrivato e noi abbiamo deciso che ci vogliono cose...

Il caldo è arrivato e noi abbiamo deciso che ci vogliono cose fresche. Non leggere, si è detto fresche.

Autore del contenuto

English EN Italiano IT

Questa settimana vi proponiamo LA CAPONATINA SICILIANA.
Cominciate tagliando le cipolle in pezzetti piccoli, mettetele in una padella capiente con i bordi alti e fatele appassire con un bicchiere di acqua a fiamma media.
Quando l’acqua sarà evaporata, aggiungete 3 cucchiai di olio EVO e lasciate stufare per qualche minuto.
Aggiungete quindi i pomodorini tagliati a metà, i capperi (ben sciacquati mi raccomando altrimenti sono troppo salati), i pinoli precedentemente tostati in padella e le olive taggiasche denocciolate.
Per tostare i pinoli in una padella antiaderente, non serve né olio né altro. Serve che stiate attenti perché si bruciano in un secondo. Parola di Giuly. 
Ah, al momento di unire pomodorini, pinoli ecc.. , io metto anche due gambi di sedano precedentemente tagliati a rondelle e ammorbiditi in acqua già bollente per circa 10 minuti.
Tornando a noi e quindi alla fase pomodorini capperi ecc, trascorsi circa 10 minuti, aggiungete l’aceto lo zucchero e il concentrato di pomodoro.
Una volta evaporato l’aceto, spegnete il fuoco e lasciate riposare in padella.

Passiamo quindi alla frittura
Tagliate melanzana e peperone a dadini e friggete il tutto in abbondante olio di semi caldo. Una volta fritti fate asciugare su un foglio di carta assorbente e poi uniteli al sugo precedentemente preparato.
Riaccendete dunque la fiamma per circa 5 minuti in modo da insaporire il tutto, poi spegnete nuovamente e aggiungente il basilico fresco.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

1 melanzana viola grande o 2 lunghe
1 peperone
2 cipolle bianche (meglio se giarratane)
6 pomodorini ciliegino
1 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro
½ bicchiere di aceto di vino bianco
2 cucchiai di zucchero
30gr di pinoli 
1 cucchiaino di capperi sotto sale
50 gr di olive taggiasche 
Basilico
Sale qb
Olio EVO 
Olio di semi 

La parte più faticosa arriva adesso.
Non si mangia il giorno stesso.
Per esaltarne il sapore è necessario aspettare 12 ore almeno.
In frigo.
Non voi, la caponatina.

Buon appetito!






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.