Sai come scegliere il cocomero maturo al punto giusto? Segui i nostri consigli!

L’anguria, o cocomero, è il frutto estivo per eccellenza e, oltre ad essere buono e rinfrescante, è ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo. Ma come scegliere il cocomero migliore? ecco alcuni consigli da seguire.

Sai come scegliere il cocomero maturo al punto giusto? Segui i nostri consigli!

Come già anticipato nel precedente articolo, il cocomero è un frutto estivo dalle numerose proprietà benefiche molto utili al nostro organismo. Tra le tante, ad esempio, ricordiamo l’altissima percentuale di acqua contenuta al suo interno. Il gusto dolce, combinato a un’efficace azione anti-caldo, alle calorie inesistenti, al costo contenuto, ne fa il protagonista della tavola estiva. Se acquistate un cocomero già tagliato, o intero, è bene conoscere alcuni segreti per fare la giusta scelta ed essere certi di prendere quello di qualità migliore. Il colore, il profumo e l’ammaccatura sono elementi importanti. Ecco alcuni consigli.

La prima scelta che si consiglia è quella di preferire un’anguria intera piuttosto che già aperta. In caso di anguria aperta, controllate l’aspetto della polpa che deve risultare soda e compatta, priva di evidenti parti filamentose, di colore rosso acceso con i semi neri lucidi.

come scegliere il cocomero
Sai come scegliere il cocomero maturo al punto giusto? Segui i nostri consigli! (pixabay.com)
  • Aspetto esterno: per scegliere un cocomero maturo e saporito al punto giusto, prima di tutto bisogna esaminare il suo aspetto esterno. Il frutto, infatti, deve essere consistente, simmetrico e privo di ammaccature.
  • Il peso: provate a soppesare i cocomeri per valutare quello più o meno pesante: i cocomeri maturi hanno più acqua e quindi sono più pesanti. Ciò significa che il frutto ha avuto un più lungo periodo di permanenza in campo. Picchiettandolo dall’esterno, poi, dovrà emettere un suono “sordo”. Come se suonasse piena e intera al suo interno: ciò denota che la polpa è compatta e soda.
  • Sulla buccia deve essere presente una parte di colore più chiaro: ciò indica la zona di appoggio a terra durante la maturazione. In questa zona il sole non ha avuto modo di completare la fotosintesi e donare il caratteristico colore verde brillante. Questa parte più chiara dovrà essere di colore giallo paglierino e non bianco o verde, segnale che il cocomero non ha completato la sua maturazione e potrebbe essere acerbo.
  • Il peduncolo potrebbe risultare un po’ secco, ma deve essere attaccato e resistente, non deve venire via tirandolo.

Come conservare il cocomero?

Se avete acquistato un cocomero e volete conservarlo ancora intero, la temperatura ideale è tra 10-15° per una settimana. Se, invece, è già aperta, coprite la parte tagliata con pellicola trasparente da cucina e tenetela in frigorifero, nella parte meno fredda, per massimo 2 giorni.

In ogni modo, prima di tagliare e servire il cocomero, lavatelo accuratamente. Se non riuscite a lavarlo nel lavandino per le grandi dimensioni, è sufficiente anche passare più volte un panno umido.

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV: