Questa settimana parliamo di:

Piatti tipici Itinerari enogastronomici Scopri quali sono i dolci natalizi più celebri d'Italia

Scopri quali sono i dolci natalizi più celebri d’Italia

Autore del contenuto

[GTranslate]

Scopri quali sono i dolci natalizi più celebri d’Italia

A Natale si sa, ognuno di noi da il libero sfogo alla propria fantasia in tavola, con piatti di pesce dai più sofisticati a quelli facili e veloci, fritture miste e contorni a volontà. Ma diciamolo molto onestamente, i padroni indiscussi delle tavole imbandite sono assolutamente i dolci, proposti in ogni forma e ricetta.

Ogni regione, ogni città ed ogni località ha il suo dolce tipico, proprio come accade per il resto delle ricette. Le ricette tipiche sono preparate utilizzando ingredienti semplici e del posto, alcuni conosciuti ed esportati in tutto il mondo, altri meno famosi ma comunque buonissimi. Quali sono i dolci natalizi più celebri d’Italia? scopriamolo insieme.

Scopri quali sono i dolci natalizi più celebri d'Italia
Pangiallo romano (http://www.grazia.it)

Scopri quali sono i dolci natalizi più celebri d’Italia

  • Il panettone: quello originale nasce in Lombardia che da sempre è il re dei dolci italiani delle feste natalizie. Pensate che la ricetta di questo dolce eccezionale ha circa 500 anni e non è mai stata modificata, ad eccezione delle varianti del ripieno (cioccolato, creme, gelato…)
  • Il pandoro: altro dolce celebre della tradizione natalizia che non manca mai sulle nostre tavole. La sua ricetta originale nasce a Verona nell’Ottocento, come evoluzione del “nadalin”, tipico dolce veronese nato nel Duecento. Il pandoro è celebre per la sua pasta soffice dal profumo di vaniglia, oltre che la sua forma a tronco con rilievi a stella.
  • Il panforte e il panpepato: dolci tipici delle regioni centrali (Lazio, Umbria, Toscana). Sono simili e famosi in tutto il mondo come specialità natalizie della tradizione italiana. Gli ingredienti che li contraddistinguono sono il miele, il pepe, la frutta secca, il mosto, il cioccolato, il caffè, la cannella e la noce moscata.
  • Gli struffoli napoletani: tipico dolce natalizio napoletano di origine greca. Ogni struffolo non deve essere più rande di un cm di diametro. Una volta fritti nell’olio o nello strutto vengono ricoperti di miele caldo e decorati con confettini colorati chiamati “diavulilli”.

Scopri quali sono i dolci natalizi più celebri d'Italia
Panforte (www.eurochocolate.net)

Scopri quali sono i dolci natalizi più celebri d’Italia

  • Le cartellate: dolce della tradizione natalizia pugliese presentano una forma accartocciata, simbolo dell’aureola o delle fasce che avvolsero Gesù Bambino nella culla. Esistono diverse varianti, chiamate anche con nomi diversi. Ma la ricetta originale barese delle cartellate prevede che siano impegnate di vincotto o di miele e ricoperte infine di cannella e zucchero a velo o mandorle.
  • Il pangiallo romano: dolce natalizio della Capitale che risale agli antichi romani che lo preparavano quando ancora non esisteva la festività del Natale. Ha la forma classica di pagnotta rotonda, preparato con miele, frutta secca, cedro, farina, fichi e nocciole. Il tipico colore giallo è dato dalla spennellata di tuorlo che viene fatto in tutta la superficie del dolce prima di metterlo in forno a cuocere.
  • Il certosino bolognese:è una frolla ripiena di frutta secca e pezzetti di cioccolato, disposta a ciambella e decorata con ciliegie e cedri canditi.
  • Il torrone: le origini di questo dolce tipico natalizio risalgono addirittura alle popolazioni pre-romane. Oggi si prepara a Cremona come in Sardegna ed in tutte le pasticcerie artigianali del nostro Paese. Le varianti possono dipendere dalla morbidezza, dal miele utilizzato, dal rivestimento utilizzato che può essere di cioccolato o di ostia.





Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornati sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.